Caro Papa

Pubblicato il: 18 settembre 2010 alle 2:00 pm

Visite: 1438

Caro Papa … “caro” perché adorato, “caro” in quanto obbiettivo dell’amore di chi crede nella fede cristiana, “caro” per il fatto che costituisci il riferimento principale per quell’ultimo briciolo di speranza che è rimasto nella gente travolta dalla barbarie e dal cinismo di una società che corre verso l’abisso dell’odio e dell’egoismo estremo.

Sei senza alcun dubbio “caro” per i nostri più profondi sentimenti, ma sei anche “caro” per i nostri tartassati portafogli.

 

Non vorrei risultare scortese e poco ospitale (i siciliani d’altra parte sono famosi soprattutto per il loro grande senso di accoglienza e per la cordialità), ma la tua visita a Palermo si sta trasformando in un trauma economico per il nostro simpatico sindaco, che non sa mai dove trovare i soldi per le “sue” iniziative. E quando non sa dove trovare i soldi… li cerca nelle nostre tasche aumentando la tassa sul ritiro dei rifiuti solidi urbani (la celebre Tarsu – vedi articoli passati di questo blog)….che non c’entra nulla con le casse comunali, se non per il servizio svolto, ma che è diventata la “gallina dalle uova d’oro”, per rastrellare denaro a più non posso.

 

E’ stato ufficializzato che le sole transenne da mettere lungo il tuo percorso cittadino costeranno 200.000 euro … sì hai capito bene, duecentomila euro; forse saranno costruite ex-novo e fornite da qualche società specializzata amica degli amici di qualche amico di “palazzo”. Forse è stato deciso di distribuirle lungo l’intero percorso da Roma a Palermo, Stretto di Messina compreso, dove in attesa del ponte saranno poste accuratamente sott’acqua (sul fondo).
E’ stato anche segnalato che per poterti ospitare degnamente, nel costo totale di circa un milione e mezzo di euro, sono compresi:
·        800.000 euro per impiantistica acustica e abbellimenti del Foro Italico;
·        80.000 euro per la copertura dei birilli dello stesso Foro Italico, che sono costati anche di più per commissionarli e montarli ed ora, quasi fossero oscenità da occultare, li ricopriamo (ma di cosa?) per nasconderli alla tua vista.
·        50.000 euro per il noleggio di 400 gabinetti chimici, che non sono contestabili dal punto di vista delle necessità fisiologiche, ma che appaiono forse eccessivi dal punto di vista numerico e del prezzo d’affitto per un solo giorno di utilizzo.
Pensa che oltre alla bizzarria di veder nello stesso momento ben 400 persone andare a fare plinplin, si potrebbe verificare il caso che, ipotizzando 1.500 utenti finali dei cessi on the road, ogni bisogno fisiologico costerebbe al Comune di Palermo (e quindi a noi poveri cittadini) euro 33,33 (con termine decimale periodico). Sarebbe proprio il caso di dire: “proprio una PP fuori dal Comune”.
 
 
Caro Papa, ti vogliamo bene, ma possiamo anche vederti in televisione, se proprio vuoi venirci a trovare, da buon Pellegrino sotto il nostro Monte Pellegrino, contribuisci con i soldi del Vaticano alle spese per il tuo viaggio … qui a Palermo c’è gente che vive nelle baracche o nelle roulotte, che non ha ancora ricevuto una casa popolare da oltre dieci anni, che deve prendersi con la forza una abitazione allo Zen, magari levandola ad un’altra famiglia altrettanto bisognosa … questo milione e mezzo di euro, che il nostro simpatico sindaco troverà facendoci pagare migliaia di multe assurde o facendoci pagare un sacchetto di immondizia a 500 euro al chilo, dovrebbe servire ad altro, dovrebbe servire alla città che ne ha proprio bisogno.
 
 
Caro Papati amiamo comunque e ti accoglieremo sempre a braccia aperte, ma non possiamo nasconderti né i birilli del Foro Italico, né la precaria condizione di gran parte della nostra gente.

Autore dell'articolo: Sergio Figuccia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.