Tag:, , , , , , , , ,

Il Referendum ha fatto strike – ovvero: quando i birilli si ribellano

Visite: 1780

Ormai da tempo le istituzioni puntano a colpire i cittadini proprio come le bocce del bowling fanno con i birilli. Chi ha il potere trama con ingratitudine alle spalle dei poveri ometti che hanno permesso l’ascesa nel palazzo dei bottoni proprio a coloro che ora cercano di colpirli.

• Sei elettore? …e ti tirano le palle;
• sei precario?…e ti tirano le palle;
• sei insegnante? … e ti tirano le palle;
• sei studente?…e ti tirano le palle;
• sei disoccupato?…e ti tirano le palle (e ti chiamano pure bamboccione);
• sei ambientalista?…e ti tirano le palle (quelle eoliche in questo caso);
• sei sano?…e ti costruiscono una centrale nucleare sotto casa;
• sei contribuente?…e ti succhiano il poco sangue che ti resta (perché non vogliono o non sanno succhiarlo ai grandi evasori);
• sei giocatore?…e ti tirano le palle con i giochi d’azzardo istituzionali;
• non sei d’accordo?…allora sei il primo birillo da abbattere.

Insomma l’Italia è un grandissimo bowling…ma di recente la nostra santa democrazia, tanto martoriata, ha fatto un miracolo. Dopo qualche decina d’anni a fare strike …sono stati finalmente i birilli.

Autore dell'articolo: Sergio Figuccia

2 commenti su “Il Referendum ha fatto strike – ovvero: quando i birilli si ribellano

    Jbseo

    (04/07/2011 - 12:12)

    Hai perfettamente ragione Sergio, aggiungo anche che per la prima volta il tam tam che è avvenuto e si è creato spontaneamente su Internet e sui Social Network ha aiutato tantissimo il raggiungimento del fatidico quorum.

    Sò come la pensi sui Social Network in generale ma almeno in questo importante caso tutto italiano, anche tutti gli organi di stampa schierati e non hanno tributato al web una grossa fetta del successo dei referendum.

    Questo è il primo caso lampante di vera democrazia digitale…che sia l’inizio di una nuova epoca?!? Staremo a vedere….

    cardaddy

    (25/07/2011 - 19:59)

    Aloha! My brother has advised me to have a look at your blog. And I’d like to say that I really value what you’re writing here.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.