Le sette di stampo massonico dietro la globalizzazione del pianeta

Pubblicato il: 19 febbraio 2013 alle 2:09 pm

Visite: 4877

 

Il 16 aprile del 2011 avevamo pubblicato in questo blog un articolo intitolato: “2012-il nuovo ordinamento mondiale” (cliccate sul titolo per visionarlo), nel quale parlavamo di un nuovo equilibrio mondiale basato sul controllo sommerso di alcuni gruppi di potere occulto presenti e attivi nel mondo da oltre mezzo secolo.

Già nell’altro articolo del 17/1/2012  intitolato “Tutto e il contrario di tutto”, quando il signor Monti era da poco a capo del governo, avevamo segnalato che il poco amato “tecnico bocconiano” partecipa regolarmente alle riunioni del Club Bilderberg ed è un massone di vecchia data.

Insomma non vogliamo di certo fare la parte di chi si sbrodola nella famosa massima “Te l’avevo detto!”, teniamo piuttosto a far rilevare che non siamo del tutto “pazzi”, che ciò che abbiamo raccontato, ipotizzato e congetturato non era poi del tutto privo di fondamento.

Nell’articolo “2012-il nuovo ordinamento mondiale” avevamo parlato anche della profezia dei Maya, di quella di Santo Malachia collegata a Benedetto XVI, dello IOR e di tante altre “fregnacce” che avrebbero anche potuto farci etichettare come adepti di una delle “teorie del complotto” più oscure della storia contemporanea.

Eppure qualcosa di vero deve pur esserci nella nostra fantascientifica ipotesi se oggi, a distanza di tanto tempo, ne cominciano a parlare anche altrove.

Vi segnaliamo, per esempio, un interessante articolo di ieri (18/2/2013) pubblicato su “Link Sicilia” e intitolato: “Si scrive Aspen, si legge Bilderberg” (cliccate sul titolo per visionarlo).

Intelligenti pauca” (A buon intenditor poche parole), chi collega i fatti accaduti con le ipotesi avanzate trovando i giusti riscontri, scoprirà probabilmente il perché della specifica richiesta, che il signor Monti inoltrò a suo tempo al signor Napolitano, di farsi “incoronare” senatore a vita con contestuale incarico governativo, delle dimissioni di Benedetto XVI, degli strani sconvolgimenti dell’economia mondiale in altri tempi facilmente risolvibili in chiave locale, delle “curiose” interferenze straniere nelle politiche di singole nazioni “non ancora allineate al sistema” ecc. ecc.

Le elezioni si avvicinano, occorre fare un buon esame di coscienza e, senza comunque farsi forviare da ciò che si sente “in giro” andare a votare … però dobbiamo tutti ricordare bene che i concetti di “libertà”, “democrazia” e “sovranità popolare” non si combinano di certo con quelli di “setta segreta”, “massoneria” e “consorteria occulta”.

Occhio gente! Occhio agli imbroglioni, agli “illuminati” e agli  “incappucciati“!

Autore dell'articolo: Sergio Figuccia

1 commento su “Le sette di stampo massonico dietro la globalizzazione del pianeta

    Santokenonsuda

    (19/02/2013 - 21:41)

    Ve lo dice un incappucciato: attenti alle sette! E non solo a quelle a sfondo religioso. Dovrebbero essere rese tutte illegali; come può la legge accettare che gruppi di cittadini tramino a scapito di altri per acquisire potere? Non vi ricorda l’attività delinquenziale conosciuta globalmente come mafia?

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.