Beppe Grillo vuole aiuto

Pubblicato il: 14 giugno 2013 alle 7:30 am

Visite: 1567

Beppe Grillo chiede aiuto ai suoi elettori: << Da solo non ce la faccio >>. Noi di  Striscia la Protesta gli rispondiamo.

Caro Beppe,

è sotto gli occhi di tutti che alcuni degli autori del nostro blog hanno da sempre mostrato simpatia per il tuo movimento popolare, e oggi più che mai ti sono vicini nel disperato tentativo di compiere quel “miracolo” che potrebbe cambiare le sorti dell’Italia.  Ma, accertato il fatto che tu non sei ancora un “Santo”, nè ci risulti beatificato, per compiere questo benedetto miracolo dovresti forse concedere un po’ più d’ascolto ai consigli che provengono dalla tua base elettorale, specialmente dopo il tuo sfogo di ieri  (13/6/2013). 

È tutto vero! L’Italia ha perso la sua sovranità territoriale, non ha più un proprio mercato interno sul quale poter piazzare i propri prodotti, non ha neanche un popolo che possa comprarli quei prodotti, perchè non ha più i soldi in tasca, lo Stato Italiano sta miseramente perdendo il suo potere di autodeterminazione, senza peraltro reagire minimamente, ma soprattutto non ha più una classe politica che possa essere dichiarata tale, si tratta solo di qualche migliaio di incapaci, truffatori, massoni o intrallazzisti che stanno predominando sulle poche centinaia di unità che credono e sperano ancora nella “politica” per poter risollevare le sorti del nostro disgraziato paese.

Però, caro Beppe Grillo, dopo aver dato speranze agli italiani che ti hanno concesso fiducia incondizionata, ora stai distruggendo tutto quello che sei riuscito a costruire semplicemente delegittimando le tue creature.  L’intero M5S è una tua creatura, i parlamentari che siamo riusciti a far eleggere, fidandoci ciecamente delle tue scelte, sono tue creature, e mettendo il segno su quel logo con la V simile a quella del film “V per Vendetta” è come aver riposto tutte le nostre aspettative di riconquista del potere popolare, che era prima emblema della italica democrazia (divenuta ormai una tristissima oligarchia di stampo massonico), sulla tua figura di ex-comico incazzato.

Oggi che tutti noi ci siamo incazzati come te e ci siamo dimostrati pronti per “l’assalto al palazzo del potere“, votando per il tuo movimento e mettendoci così di fatto la maschera sorridente di Guy Fawkes, ci ritroviamo in un gruppo di civili rivoltosi “allo sbando” e solo perchè tu continui a “sparare” anche nel momento in cui dovresti invece limitarti a “mirare sui nuovi obiettivi”.  È arrivato il momento in cui devi levare la maschera di rivoluzionario e provare, almeno provare, di vestire i panni di politico.  Purtroppo la gente che ti ha votato inizia a non credere più alle tue ragioni urlate, e i media che tanto odi  (odio che condividiamo in pieno)  stanno già sfruttando la flessione del tuo movimento proprio per far cambiare idea ai tuoi elettori, manipolando, come tu sai bene, molte delle notizie dei telegiornali (TG1 in testa).

Se vuoi combattere contro gli sciacalli devi adeguarti a loro, agire biecamente come solo loro sanno fare.  La falsa diplomazia, gli ipocriti toni pacati di montiana memoria oggi purtroppo “pagano” di più rispetto alle urla a squarciagola.  Ricordiamoci che il signor (?) Monti, dopo tutto quello che ha combinato e dopo aver portato la recessione a livelli mai raggiunti prima nella storia d’Italia, oggi sta ancora lì, al governo, con la sua andatura “felpata a testa alta” da “re nudo”, che disgraziatamente viene erroneamente interpretata da troppa gente come dimostrazione di qualità e competenza.

Caro Beppe, ti siamo ancora accanto e ti sosteniamo con forza, non sei solo a combattere contro questa gentaglia infame, ma devi darci una mano! Se continui a strillare e a “strigliare” corri il rischio di stappare il lavandino che avevi riempito con tanta arguzia (vedi che anche noi sappiamo fare le metafore?).  Travestiti anche tu da “bravo politico” … poi, quando sarà il momento, avrai, con l’appoggio della maggioranza degli italiani, il potere necessario per cambiare le cose.  Se continui così invece presterai il fianco a chi cerca di levare il terreno sotto i tuoi piedi … e ci stanno provando in molti!

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.