Euro: la valuta non voluta

Pubblicato il: 28 ottobre 2013 alle 7:27 am

Visite: 3637

Sul blog di Beppe Grillo è stato postato un interessante articolo ( al link: http://www.beppegrillo.it/2013/10/figli_di_troika.html ) che ribadisce, documentandolo, il concetto fondamentale sulla crisi economica che spesso abbiamo esposto su questo nostro blog di “Striscia la Protesta” e sulla relativa pagina Facebook: L’UNIONE MONETARIA EUROPEA È UNA TRUFFA COLOSSALE.

Pensate che lo stesso Draghi si è laureato con una tesi che descriveva proprio l’assurdità della scelta dell’euro, e che Bettino Craxi, in tempi non sospetti, aveva più volte dichiarato che una valuta unica, fra nazioni tanto diverse e competitive, sarebbe stata la rovina dell’Italia.

Nell’articolo si parla anche “dell’inizio della fine” che coincide con le privatizzazioni delle banche, voluta con “forza” da “forze” occulte esterne e interne al nostro paese che hanno portato al dominio economico mondiale della Goldman Sach e, nella nostra nazione, delle lobby che spadroneggiano sulla nostra disastrata economia.
L’euro è stato, fin dal primo istante della sua nascita, la nostra pietra tombale, piazzata sopra le nostre teste da paesi come la germania, che vogliono il predominio sull’intero continente affossando gli altri stati “concorrenti”, dalla BCE che da i soldi col contagocce, dalle banche, colluse col sistema e ultimamente dal FMI, condotto da una strabica, presuntuosa, arrogante, incompetente virago, assetata di “sangue” e di denaro contante che vorrebbe perfino prelevare forzosamente dai risparmi dei cittadini europei… purtroppo, come abbiamo più volte sostenuto, questa è la terza guerra mondiale, combattuta solo con armi economiche e finanziarie e, come in ogni guerra, vengono fuori personaggi orrendi di questo tipo (ricordiamo i gerarchi fascisti, gli aguzzini nazisti ecc. ecc.).

Questa “piaga” è stata imposta ai paesi europei dai vari governi i cui rappresentanti sono stati appositamente manovrati per raggiungere questo obiettivo, le uniche nazioni che non hanno aderito (Svizzera, Gran Bretagna ecc.) non hanno avuto ovviamente particolari sussulti a causa della crisi dell’euro-zona … sono “stati” più intelligenti.

Il popolo italiano, che ricordiamo per la Costituzione (attuale) è sempre SOVRANO, non ha mai avuto invece alcuna opportunità di scelta, ha dovuto subire le decisioni al riguardo dei vari politici che si sono alternati al potere, a partire dal primo responsabile di questo sfacelo: il signor prodi (il primo “professore”), per concludere con l’altro gran “professore”: il signor monti, che è corso a sottoscrivere (come se tutto quello che aveva già fatto in patria non fosse bastato) l’altro trattato capestro denominato “fiscal compact“, ponendo così definitivamente “sotto scacco” il popolo italiano di fronte a una sogghignante e soddisfatta cancelliera tedesca.

Sembrerebbe ora il momento giusto per proporre un referendum popolare per la fuoriscita dell’Italia dalla zona-euro.

Autore dell'articolo: admin

3 commenti su “Euro: la valuta non voluta

    Paola C.

    (29/10/2013 - 12:01)

    Questo già lo sapevo….basta scorrere su internet….non sarebbe ora di indire un referendum ??? Un normale cittadino cosa può fare se non esprimere, tramite per esempio un referendum, la sua scelta???? …oppure togliamo i soldi dalle banche e li teniamo sotto il materasso??? …io metterei dei centesimi..ormai non si riesce più a risparmiare niente…e vado x i 50 anni…questa è l’assurda verità !!!!

    admin

    (29/10/2013 - 12:03)

    Purtroppo le persone che hanno assimilato e accettato la verità occulta che c’è dietro l’unione monetaria sono ancora poche, ecco perchè continuiamo a ripetere fino alla noia questi concetti. Il sistema che ci sta imponendo queste sofferenze si fa forte proprio della disinformazione mediatica e politica che raffigura la fuoriuscita dell’Italia dalla zona “euro” come un “baratro” impossibile da scalare, come se quello in cui siamo stati scagliati fosse meno profondo! Il referendum è certamente una possibile via di uscita, ma l’opinione pubblica ancora non è sufficientemente preparata e informata per affrontarlo con la giusta coscienza. Inoltre la raccolta di firme sarebbe certamente boicottata dal governo e dalle forze occulte che sono interessate ovviamente a mantenere l’attuale stato delle cose, quindi la proposta dovrebbe partire da un partito politico di grande influenza sulla popolazione italiana o da una grande forza aggregante (sindacati, associazioni ecc. ecc.). In questo momento gli unici movimenti che potrebbero intraprendere questa campagna sembrerebbero essere il Movimento 5 Stelle e la nuova Italia dei Valori, che ha già in atto una raccolta firme contro il gioco d’azzardo (teoricamente già fuori legge ma tollerato e ampiamente pubblicizzato invece proprio dallo stato sciacallo che ci mangia sopra) … tutti gli altri partiti politici sono totalmente collusi col sistema e non intraprenderebbero mai un’azione “sovversiva” di questo tipo.

    NoEU « STRISCIA LA PROTESTA

    (17/04/2014 - 13:08)

    […] blog il nostro pensiero analogamente “populista”, per fare due esempi con l’articolo “Euro, la valuta non voluta” del 28/10/2013 e con il recente “Fuori dalle fauci del mostro” del […]

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.