PD Sicilia: così non va! Un’armata brancaleone non può gestire il Partito

Pubblicato il: 13 febbraio 2014 alle 7:25 am

Visite: 1415

Domenica 16 febbraio elettori ed elettrici saranno chiamati ad esprimere una preferenza tra tre candidature selezionate dagli iscritti al Partito Democratico.

Nei giorni scorsi abbiamo assistito a polemiche interne relative a come consentire il diritto all’esercizio del voto ai cittadini. Ciò si è verificato perché alcuni personaggi della casta, che sono legati solo ed esclusivamente per continuare a fare il bello e il cattivo tempo e puntare alla gestione del potere, volevano ridimensionare il numero dei gazebo in modo tale da far votare meno  persone e non rischiare di compromettere i risultati conseguiti nei Circoli.

E Renzi che ne pensa di ciò? Lui da sempre aveva improntato la sua politica per consentire il massimo di partecipazione alle primarie e ha raccolto i frutti con la strepitosa vittoria dell’8 dicembre. E ora personaggi di primissimo piano, come il giovane candidato Fausto Raciti, si permette esplicitamente di dichiarare che alle primarie dovrebbero recarsi solo ed esclusivamente quelli del PD.

Ed i movimenti che l’8 dicembre hanno contribuito alla riuscita delle primarie e alla conseguente vittoria di Matteo Renzi? A Raciti e alla sua armata brancaleone, composta da persone diverse e un unico obiettivo: “gestione del potere“, è bene ricordare che se il PD punta alla vittoria in Sicilia, deve aprirsi alla Società civile, ai movimenti e alle persone libere.

Quello che ci conforta e che domenica potremo esercitare scelte diverse rispetto alla candidatura della nomenclatura calata dall’alto.

C’è la possibilità di riconfermare l’uscente Segretario Giuseppe Lupo, Persona veramente per Bene, che ha saputo condurre il Partito portandolo vittorioso alle regionali, anche se la scelta di Rosario Crocetta non si è dimostrata delle migliori.

C’è un’altra alternativa che si presenta col motto “cambiamo genere”, e porta il nome di Antonella Monastra.

Speriamo che domenica molti si recheranno alle urne e faranno in modo di turbare i sogni dell’armata brancaleone.

Autore dell'articolo: Carmelo Raffa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.