Fiscal Compact, il colpo di grazia

Inserito da admin
Apr 23 2014
Visite: 1527

ATTENZIONE! Fino a oggi abbiamo visto solo il bordo dell’abisso nel quale ha gettato l’Italia mario monti e il suo terribile governo del 2012.

Il fiscal compact, lo ripetiamo da due anni ma sembra che solo il Movimento 5 Stelle se ne sia accorto, sarà una “pietra tombale” per la nostra economia.

Secondo le arpie europee che ci vogliono in ginocchio e gran parte dei politicanti italici collusi con il sistema globalizzante, a causa di una maledetta firma apposta da un tizio qualunque, che per un anno solo ha rivestito una carica istituzionale che nessun cittadino italiano gli ha mai concesso, l’Italia dovrà restituire per ogni anno, a partire dal 2015, ben 50 miliardi di debito pubblico.

Ma da dove potrà prenderli? Ma se per ogni minima scemenza di pochi milioni di euro il governo impazzisce per trovare la famosa “copertura“, cosa farà per trovare annualmente 50 miliardi?

Vi lasciamo immaginare chi pagherà per tutto questo…. di sicuro non monti che si tiene ben strette le sue pensioni e il suo vitalizio di senatore a vita “regalatogli” da napolitano.  Lui, il monti, ci ha messo solo la firma, ridendo di fronte la merkel… tanto i soldi non erano i suoi!

OCCORRE FARE QUALCOSA, E SUBITO, PER NON SUICIDARCI NEL 2015!

Al riguardo ecco cosa scrive il suddetto Movimento 5 Stelle sul blog di Grillo:

Il M5S abolirà il Fiscal Compact, il pareggio di bilancio in Costituzione e vuole ridiscutere tutti i trattati che ci vincolano all’Europa.  I partiti che hanno approvato queste regole sono gli stessi che ora siedono in Parlamento. Il pd non ha alcuna intenzione di rivedere questi vincoli assurdi che distruggeranno il tessuto sociale e imprenditoriale dell’Italia. La prima cosa che ha fatto Renzie appena nominato presidente del consiglio con 136 voti di suoi colleghi di partito alla direzione del pd è stata quella di andare dalla Merkel e assicurarle che “l’Italia rispetterà il Fiscal Compact”.  E’ la promessa elettorale del pd agli italiani riassunta in un manifesto: 50 miliardi di euro di tagli l’anno per il Fiscal Compact. “Glielo chiede Angela”

You must be logged in to post a comment.

Trackback URL for this entry