Tag:, , , , , , , , ,

Ci vuole intelligenza anche per succhiare sangue

Visite: 824


La notizia è del Sole 24 ore: la Commissione Finanze del Senato sta pensando all’attuazione di un provvedimento che possa consentire a Equitalia pieno accesso a tutte le informazioni sui movimenti finanziari effettuati dai contribuenti.
Ma al contempo, come se non bastasse la “dentatura” da squalo già fornita dallo stato al suo braccio armato fiscale, si dà nuovo impulso all’anatocismo degli interessi sulle cartelle esattoriali (già da tempo dichiarato illegale, ma che si continua a tollerare quando a praticarlo è lo stato o certi poteri economici che vanno a braccetto col potere).

Ci si chiede: ma quale può essere l’interesse di un parassita nel succhiare tanto sangue alla sua vittima fino a ucciderla, finendo esso stesso col perire per mancanza di alimento?

Cercando a tutti i costi di raschiare il fondo si finirà con lo sfondare la pentola e non poter più cucinare nulla.

equitalia, mostro senza testa, continua a perseguitare e “uccidere” chi non ha più “energie” vitali, lasciando in piena libertà opulenti esseri che potrebbero rimpinguare, senza problemi di esaurimento, le saccocce statali.
Ma dove sta “l’intelligenza” di tale atteggiamento? Si va contro la logica e contro la natura stessa.

L’interesse dello stato non dovrebbe essere quello di “uccidere” le fonti del proprio approvvigionamento (i cittadini, le aziende e le imprese), ma di permettere loro un minimo di sopravvivenza per poter proseguire all’infinito la “ricarica” delle risorse economiche statali.
Ma, evidentemente, questa logica sfugge alle misere menti di chi regge il potere; continuando a distruggere senza alcun criterio le macerie rimaste della vecchia settima potenza industriale del mondo, la demenza “di palazzo” porterà alla rovina definitiva sia l’economia italiana che l’intera macchina fiscale nazionale, ed equitalia sarà lo strumento decerebrato di questa “fine”.

Al grido di: “le riforme, le riforme, le riforme” l’Italia sta facendo il gioco di chi la vorrebbe già fallita … e tutti noi sappiamo ormai di chi e di cosa si sta parlando.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.