Tag:, , , ,

Zingaretti e gli appalti imperfetti

Visite: 2184

image

Ce ne siamo già occupati con l’articolo del 22 aprile 2016 intitolato “Lavoro? MA.CA. pacapa, negli ospedali di Roma si licenzia solo” (cliccate qui per leggerlo).

Ma la problematica, che sembrava essersi temporaneamente stabilizzata, sta tornando prepotentemente a mettere in ginocchio i lavoratori di questa ditta (Ma.Ca.) che a suo tempo si è aggiudicata l’appalto per le pulizie nei principali Ospedali di Roma.

Ci si chiede, ed a questo punto è più che leggittimo farlo, come mai una società così male amministrata e continuamente in crisi di liquidità possa essersi aggiudicata un appalto di questa importanza; ci si chiede anche come mai, in questa disastrata, disorganizzata, squinternata nazione, si continui ad esternalizzare servizi ai privati pur sapendo che troppo spesso i “privati” sono sempre gli stessi individui (che a “rotazione” beccano incarichi pubblici dopo aver fatto fallire altre ditte in precedenza) che già si sono dimostrati totalmente incapaci di gestire magari anche casa propria, figuriamoci ditte con centinaia di impiegati al seguito.

Ma vorremmo segnalare al signor Zingaretti, personaggio indubbiamente simpatico e ben al di là della sua parentela con il noto attore che impersonifica il Commissario Montalbano, che quando una ditta privata, qualunque essa sia, non paga i contributi previdenziali per i propri dipendenti o le tasse allo stato italiano, viene letteralmente massacrata da quell’abominevole mostro che si chiama “equitalia”; perché dunque una società che lavora per lo “stato” (o la regione, è la stessa cosa) può liberamente essere abbandonata economicamente (non pagata per i servizi già prestati) dallo “stato” stesso, senza che un equipollente “bavoso mastino” non gli vada a mordere il fondo schiena?

Simpatico signor Zingaretti (simpatico almeno per noi di Striscia la Protesta, non crediamo che lo sia altrettanto per i lavoratori Ma.Ca.), i “privati” non devono servire da capri espiatori per fare risparmiare soldi alle istituzioni, mettendo con le spalle al muro i lavoratori.  Sarebbe più serio, onesto ed eticamente corretto, internalizzare nuovamente i servizi all’interno dello stato, proprio come era una volta, proprio come quando le cose funzionavano ancora.

Se qualcuno deve essere buttato per strada o privato dello stipendio per permettere nuovi tagli e spending review del kaiser, non deve essere mai un “lavoratore”, che si rompe la schiena per il bene della società, piuttosto qualche inutile elemento seduto sugli scranni (spesso altrettanto inutili) del potere istituzionale; signor Zingaretti, ci dica onestamente, è proprio certo che tutti coloro che le siedono accanto non rientrino nella fattispecie?

Alleghiamo di seguito l’accorato appello dei lavoratori Ma.Ca. di Roma.

Cari concittadini siamo qui a scrivervi per chiedere il vostro aiuto. Siamo lavoratori dipendenti della ditta Ma.ca. srl e operiamo nel settore della sanità (ospedali GB Grassi/Pertini/Cpo/presidi e ASL) Purtroppo siamo coinvolti in un gioco al massacro. Un tira e molla tra Regione Lazio e azienda per fatture emesse e non pagate o da pagare ma non dovute (mah..chi ci capisce è un genio)dove noi siamo capro espiatorio,vittime sacrificali,merce di scambio. Da mesi va avanti così: lavoriamo e non pagano. Ci stanno facendo danni economici e morali, ci mettono in condizione di reagire duramente. Noi per la maggioranza siamo lavoratori monoreddito con figli e mutui da pagare come gran parte degli italiani onesti e vorremmo dare a voi la nostra voce. Aiutateci a uscire da questo incubo. Vogliamo ciò che è un nostro diritto: i nostri soldi!!! La rabbia è tanta perché in un paese civile non dovrebbero permettere una violenza simile. Ci sono persone che non hanno soldi per mangiare. Ai nostri figli mancano beni primari. Siamo pieni di debiti. Tutto questo perché siamo merce di scambio tra persone senza scrupoli che non hanno un briciolo di coscienza. Se trattassero le loro mogli o i loro figli in questo modo? La gente onesta che si alza alle 4 o alle 5 di mattina per due soldi e se li vede pure negare deve assumersi le responsabilità che sono invece della Regione Lazio e della Ma.Ca.???? Se avessimo voluto un tale rischio d’impresa avremmo fatto gli imprenditori pure noi giusto? Sicuramente saremmo stati molto più seri,umani e responsabili di questi scimmioni. Attendiamo una vostra risposta urgente. Grazie in anticipo a tutti i padri e le madri di famiglia che si metteranno nei nostri panni e ci daranno sostegno. Grazie.”

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.