A Termini Imerese spiaggia vuol dire discarica

Visite: 1001

image

Ci ha scritto una nostra lettrice di Termini Imerese, Rossana Di Gaetano, a proposito della spiaggia adiacente la Zona Industriale, in Contrada Tifeo.

 

Le foto che ci ha inviato sono purtroppo l’ennesimo esempio di inciviltà popolare e di cattiva gestione istituzionale dei beni ambientali.

Noi di Striscia la Protesta in passato ci siamo sempre schierati contro le inadempienze e le discrasie della pubblica amministrazione, tuttavia in questo caso non ci sentiamo di colpevolizzare le istituzioni, per quanto anche loro sembrerebbero aver abbassato la guardia, come si dice in “termini” pugilistici.

Stavolta infatti i veri incivili sono i diretti responsabili di questo scempio. Proprio in un momento così delicato nella gestione dei rifiuti per l’intera Sicilia, con discariche sature, termovalorizzatori che non partono perché inquinanti, immondizia spedita all’estero o in altre regioni italiane, ora ci si mettono pure i cittadini che non riescono ancora a comprendere, dopo duemila anni di storia, cosa sia un “bene comune”.

A questi scriteriati vorremmo ricordare che la spiaggia, così come l’intero territorio di residenza, è anche di loro proprietà in quota parte; buttereste per terra nel vostro salotto o nel vostro soggiorno di casa gli stessi rifiuti che avete “spalmato” sul litorale di Termini Imerese?

Ci troviamo perfettamente d’accordo con Rossana e pertanto alleghiamo a questo articolo sia le foto che ci ha inviato, sia il testo di accompagnamento.

Purtroppo però traiamo dalla vicenda una triste verità: se l’uomo contemporaneo non ha la capacità di rispettare se stesso e chi gli vive accanto, come potrà mai rispettare la natura e l’ambiente? È molto probabile che lo stesso “uomo di Neanderthal”, tante migliaia di anni fa, aveva maggiore attenzione per la zona in cui abitava, trattando nello stesso modo la sua caverna e l’intero territorio.

Progresso, ancora una volta, non è sinonimo di civiltà e intelligenza.

 

imageimage

“Per tutta l’estate noi cittadini civili residenti in Contrada Scialandro e zone limitrife a Termini Imerese (PA), (per intenderci la Zona Industriale, bn sud) abbiamo assistito impotenti allo scempio che hanno fatto esseri incivili sulla nostra spiaggia della Zona Tifeo.

Soltanto per un paio di giorni abbiamo visto le guardie venatorie tenere d’occhio la situazione, poi siamo stati abbandonati!

Stamattina siamo scesi in spiaggia a salutare il mare e io ho fatto delle foto che fanno venir voglia di piangere!

Mi dica se è giusto che tutti questi rifiuti devono essere portati via dal mare o a chi dovrei rivolgermi per protestare.

Ho pensato pure di raccoglierli da sola, ma mi dica come faccio a trasportare, per esempio, una decina di frigoriferi.

Per favore mi dia risposta, il mare è un grande patrimonio ma dobbiamo averne cura tutti.”

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.