Un Genovese piccolo piccolo

Inserito da admin
Nov 08 2017
Visite: 2399
Speriamo tanto nel cambiamento, auspichiamo che “il nuovo che avanza” sia realmente tale, poniamo fiducia nelle giovani leve della politica italiana … e poi continuiamo a votare per i “soliti noti” o per i personaggi notoriamente legati a coloro che tanto abbiamo criticato.

Sarà pure un ragazzo in gamba, è pure simpatico e potrebbe anche giustificare il celebre detto biblico “le colpe dei padri non devono ricadere sui figli” … ma porca miseria! Ha solo 21 anni e per quanta fiducia gli si possa concedere, stendendo pure un velo pietoso sull’ombra malefica del dubbio che grava sul padre Francantonio, come si possono dare quasi 18.000 voti di preferenza a un giovane che non può di certo conoscere ancora tutte le porcherie, le magagne, le doppiezze e le ipocrisie di una politica divenuta ormai emblema italiano di corruzione e falsità?
La fiducia è una cosa seria“, diceva un noto slogan televisivo degli anni ’60, ma oggi sembra che sia tutto il contrario, viste anche tutte le “fiducie” cui sono ricorsi gli ultimi due governi italiani.
E in coerenza con questo fatto a Messina in 18.000 hanno dato fiducia a un “ragazzo” (da poco maggiorenne) che “candidamente” ha dichiarato prima delle elezioni che suo padre “NON E’ IMPRESENTABILE PERCHE’ E’ STATO CONDANNATO SOLAMENTE IN PRIMO GRADO”.
Lo stesso Sindaco di Messina, Renato Accorinti, ha preso le distanze da questa elezione e alcune sue esternazioni sono risultate anche allarmanti: Messina è come il Sudamerica, c’è un controllo totale tra mafia e massoneria” (per leggere il relativo articolo de “La Sicilia” cliccare qui).
A Luigi Genovese vorremmo dire:
Caro Luigi, sei giovanissimo e ci sta bene anche così, ma da domani avrai l’obbligo di dimostrare a tutti gli altri che non ti hanno votato che tu sei realmente “discontinuo” rispetto alla politica che tanto hai promesso di cambiare.
Solo se non ascolterai le voci delle “sirene” che ti hanno tanto aiutato a sederti su quella poltrona, allora riuscirai a convincere chi non ha creduto in te e chi ti ha votato solo sulla fiducia.
Magari deluderai tanti altri oscuri individui che ti hanno messo lì per MANIPOLARTI e per sfruttare la tua immagine di giovane pulito e incensurato, ma almeno giustificherai con la serietà e la dimostrazione di legalità questa tua elezione tanto stranamente plebiscitaria.

You must be logged in to post a comment.

Trackback URL for this entry