L’era dell’Aquarius

Pubblicato il: 15 giugno 2018 alle 9:24 am

Visite: 111

E anche Saviano è andato! 
La follia virale che ha contagiato tutti ha preso anche lui.

Pur di non perdere l’attenzione dell’opinione pubblica e il “fascio di luce” dei riflettori mediatici, si sostengono perfino tesi irrazionali e scriteriate.

Sull’argomento della naveAquarius“, Roberto Saviano conclude un’intervista di Fanpage.it (che potete visionare sotto quest’articolo), già di per sé controversa e discutibile, con un’affermazione che definire “allucinante” può sembrare finanche eufemistico:
l’Italia ha bisogno degli immigrati per crescere socialmente, economicamente e culturalmente. Siamo un Paese con una crisi demografica immensa.” (sono parole sue, andate pure a visionare il finale di questo filmato)

Saviano sostiene dunque, in parole povere, che abbiamo bisogno di sostituire i nostri figli che scappano all’estero, e quelli che non facciamo neanche nascere perché non possiamo più sostenerne economicamente la crescita, con i migranti che vengono dall’Africa che, secondo Saviano, sosterrebbero con la loro presenza nel nostro territorio (udite, udite!) pure la nostra economia e la nostra cultura.

Mah! Come dire: continuiamo a importare gente da un altro continente perché il nostro si sta svuotando oltre che di abitanti, anche di energie economiche e di portata culturale.

A Savià! Una cosa è pensarla diversamente da Salvini e fare il paladino della povera gente che affronta il mare pur di cambiare vita (ma non c’era certo bisogno del tuo intervento perché la pensiamo quasi tutti così) … ma la sciocchezza finale te la potevi anche evitare, hai rovinato tutto quello che avevi detto prima, gli italiani stanno attenti a quello che si dice in televisione e i finti applausi dei talk show non sono di certo un consenso attendibile.


Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.