Tag:, , , , , ,

Quando virus punge Vespa

Visite: 113
Bruno Vespa non si rende conto di non essere più gradito dalla quasi totalità degli Italiani.
 
Il suo programma televisivo, come ammette lui stesso, è da tempo considerato un abuso dall’Unione Sindacale Giornalisti RAI (UsigRAI) in quanto ridondante, in onda da troppo tempo e con troppa frequenza, che concede troppo potere mediatico sempre allo stesso individuo e collocato costantemente in una fascia oraria di grande ascolto, alla faccia delle “pari opportunità” per gli altri giornalisti, peraltro anche in presenza di decine e decine di analoghi talk show in tutte le reti televisive pubbliche e private.
 
L’atteggiamento da padre eterno, ma anche da adulatore del potere centrale e degli ospiti in studio, lo ha reso particolarmente odioso alla grande massa popolare che tuttavia, com’è ormai da tempo usuale nel nostro Paese, deve sopportare passivamente la sua costante presenza in video, ininterrottamente dal 1996, imposta da chissà chi e pagato con denaro pubblico nonostante non sia particolarmente amato nel ruolo rivestito.
 
In questo scenario però solo la problematica del coronavirus è riuscita a fermare una buona volta (ma temporaneamente purtroppo) il programma “Porta a Porta” (per leggere il relativo articolo cliccate qui).
 
Sinceramente il motivo di questo blocco appare in effetti pretestuoso, come ha dichiarato inviperito lo stesso Vespa (presunto o possibile contagio generato dalla presenza di Zingaretti nello studio), ma proprio questo dubbio dovrebbe far comprendere al giornalista che la sua smania di protagonismo potrebbe ormai non essere più sopportata dal pubblico, e forse neanche più supportata dai suoi “sponsor“. D’altra parte, ma che piacere può esserci nel voler imporre la propria immagine a una enorme massa di telespettatori che non l’accetta più? Gli indici di ascolto, già essi stessi spesso artatamente manipolati, non garantiscono il gradimento, piuttosto la (probabile) visibilità di un programma.
 
Solo una patologia psichica legata strettamente alla smisurata smania di apparire può giustificare l’insistenza di Bruno Vespa nel voler proseguire a tutti i costi questo suo programma ormai più che stantio.
 

Autore dell'articolo: admin

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.