Tag:, , , , ,

Gli sconci di via Paternò a Palermo

Visite: 72

Continuano a giungerci segnalazioni di “orrori metropolitani” nella Città di Palermo.

Alcune le abbiamo segnalate sulla nostra pagina Facebook condividendole direttamente così come pervenute, qualche altra è stata invece oggetto di specifico articolo sul nostro blog, proprio come questa che è relativa a disservizi e innefficienze rilevate da un nostro lettore su un’importante arteria cittadina: via Principe di Paternò e prossimità incrocio con Via Galileo Galilei.

Ecco le foto che abbiamo ricevuto con i relativi commenti dell’autore:

Hanno realizzato le piste ciclabili ai bordi della strada (via Galileo Galilei); peccato però che sono a tratti interrotte o devastate, così come i bordi dei marciapiedi.
In questo caso la pista ciclabile è sollevata rispetto al marciapiedi attiguo

 

 

 

 

 

 

 

 

E la differenza di quota è di circa 3 cm. (pressoché due dita della mano); se la ruota di una bicicletta dovesse correre su questo bordo la conseguente caduta potrebbe risultare devastante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sul marciapiedi attiguo a una delle piste ciclabili (sulla via G.Galilei) “giacciono” da oltre due anni due lastre di vetro che NESSUNO si è interessato a ritirare … pare sia difficile riuscire a capire di chi sia la competenza al livello comunale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo televisore, nonostante sia di vecchia generazione (quella che aveva il tubo catodico, in parte ancora presente), pare abbia messo il primo dentino, sono infatti due mesi che sta lì in compagnia di alcuni sacchetti di immondizia extra-cassonetto che NESSUNO vuole ritirare … anche qui difficile capire di chi sia la competenza dei rifiuti non correttamente apposti nei contenitori, se ne deduce che, per punizione dei trasgressori, dovranno stare lì sine die, punendo così anche tutto il resto della popolazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per finire una chicca: questa è una parte della via Galileo Galilei che incrocia via Principe di Paternò. Ogni giorno le auto che transitano in sensi opposti rischiano di sverniciarsi fra loro sul lato guida perché su uno dei due lati della strada (o per abuso dei conducenti o per specifico cartello stradale) i veicoli sostano in senso obliquo. Che sia legale o no non ha importanza, comunque è una sciocchezza che andrebbe eliminata al più presto.

Autore dell'articolo: admin

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.