Tag:, , , , , , ,

Palermo città in chiusura

Visite: 72

Scrive oggi “inuovivespri.it” sul proprio blog: “Palermo città alla frutta. Non ci basta l’immondizia per le strade non raccolta, le piste ciclabili ‘rococò’, il servizio per il trasporto delle persone (leggere AMAT) carente, se non assente; 15 Km di Tram che costano una barca di soldi per servire, sì e no, l’1% dei cittadini; le periferie abbandonate e via continuando. L’irrazionale gestione dei Centri commerciali (ai tedeschi della Lidl oltre 50 punti vendita in Sicilia: sì, nelle attività commerciali la nostra Isola somiglia a un Länder tedesco…) comincia a mietere vittime illustri: Auchan, Ipercoop. Per carità: la crisi della Grande distribuzione organizzata (Gdo) è prevista: però in Sicilia, causa scelte politiche sbagliate, se non ascare, ‘viaggia’ a velocità superiore.”

Mentre da un lato rileviamo con piacere la recente operazione da parte del Gruppo Arena che ha riaperto adesso i battenti a Palermo nello store di via Ugo La Malfa, all’interno del Centro Commerciale Palermo Nuova Città, salvando 250 posti di lavoro, dall’altro esprimiamo la nostra grande preoccupazione per le future sorti dei lavoratori de La Rinascente, Auchan e dell’Ipercoop.

L’economia cittadina era già asfittica e compromessa, il colpo di grazia è stato dato dall’emergenza pandemica, adesso circa 400 lavoratori rischiano di perdere il loro lavoro.

Riteniamo sia opportuno aprire immediatamente un tavolo di crisi al MISE, il Governo centrale non deve stare a guardare, in particolare per le difficili vertenze Auchan e Ipercoop.

Lanciamo un appello a tutte le istituzioni al fine di trovare per i lavoratori del capoluogo regionale, già martoriato dalla disoccupazione, una soluzione condivisa per la salvaguardia dei livelli occupazionali. Le famiglie hanno bisogno soltanto di certezze e serenità oggi più che mai.

 

Autore dell'articolo: Carmelo Raffa

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.