L’Aquila è ferita. Non vola più

Visite: 8509

Solo tristezza. L’unico stato d’animo che emerge dai pensieri sportivi che in una mente colma di preoccupazioni giornaliere, di illusioni, di speranze, di promesse, riesce a ritagliare dal quadro “apocalittico” che la vita quotidiana ci riserva oggi. Leggi di più a proposito di L’Aquila è ferita. Non vola più

Caso Silvestre. Perchè tutta questa ipocrisia?

Visite: 1647

 

La vicenda Silvestre ha fatto immediatamente scoppiare il “caso”. Il difensore centrale dal volto mitologico ha manifestato l’idea di cambiare aria e allora “apriti cielo”!. Nello stesso tempo tante riflessioni e tante domande si sono infiltrate nella mia mente.  Leggi di più a proposito di Caso Silvestre. Perchè tutta questa ipocrisia?

Malcostume, mezzo gaudio

Visite: 2125

 

Forse per cultura, forse per folklore, ma di certo è nel DNA che bisogna andare a scavare. Il popolo palermitano, a causa delle dominazioni subite nei secoli, di variegata estrazione geografica e storica, ha strutturato il proprio DNA in maniera del tutto difforme dagli altri esseri umani, ma non solo dagli altri simili italici, anche dagli stessi siciliani “esterni” alla conca d’oro.

Sicuramente avrete presente lo schema di una molecola di acido desossiribonucleico. L’acido desossiribonucleico è un polimero i cui monomeri sono detti nucleotidi. Ogni nucleotide è formato da una base azotata legata ad uno zucchero a cinque atomi di carbonio a sua volta legato ad un gruppo fosforico. Capito? Bene. L’immagine di questa molecola è una specie di spirale sinuosa come una danzatrice del ventre, che si attorciglia su se stessa con soavi movenze e “ancheggiamenti di bacino”, un belvedere, insomma.  Leggi di più a proposito di Malcostume, mezzo gaudio

Pecunia (non) olet

Visite: 1860

 

Leggo con dispiacere l’ennesimo capitolo di una storia infinita: il calcio scommesse. È tornato prepotentemente alla ribalta, come un tornado, spazzando via ciò che di buono (poco in realtà) rimane del nostro amato calcio.

Sono passati poco più di trent’anni da quando gli sportivi italiani, una domenica pomeriggio, videro le auto della polizia all’interno di alcuni stadi italiani. A quell’epoca non c’erano le pay tv, i collegamenti Rai avvenivano in orari ben precisi, le immagini arrivavano col contagocce, internet non sfornava, come oggi, gli avvenimenti ancor prima che accadessero. Paolo Rossi. Un paio di anni di squalifica e poi ci fece vincere il Mundial dell’82. Questo riportano gli almanacchi. Leggi di più a proposito di Pecunia (non) olet

Il Palermo è salvo, si salvi chi può

Visite: 1768

Salvezza praticamente raggiunta con otto giornate di anticipo, il resto del campionato ai giocatori servirà a ben poco, a qualcuno per scegliersi il miglior posto nella vetrina delle vendite, a qualche altro per evitare di andare a calcare terreni di categorie inferiori. L’unica cosa certa è che a maggio si chiuderà un ciclo e a giugno se ne dovrebbe riaprire un altro.  Leggi di più a proposito di Il Palermo è salvo, si salvi chi può

Zamparini: Palermo ti amava, adesso Palermo ti odia…

Visite: 2523

Il 2012 è iniziato sotto i peggiori auspici. È vero che il 21 dicembre finirà il mondo (?), però è anche vero che per i tifosi palermitani il mondo è finito domenica 8 gennaio. La sconfitta contro il Napoli ha sancito la fine di un amore che già l’estate scorsa, causa calciomercato insoddisfacente, aveva manifestato notevoli segni di cedimento; il tramonto non era una nube all’orizzonte, ma un temporale tropicale: prevedibilmente disastroso.

E così si è passati da un entusiasmo smodato ad un odio annunciato, che ormai ha raggiunto limiti preoccupanti. Si, la temperatura si è innalzata gradualmente, senza soste, un crescendo come nelle migliori opere liriche, e non sono bastate le prime vittorie o il filotto casalingo, per frenare l’onda anomala che si è sviluppata ed ha travolto il travolgibile.
Leggi di più a proposito di Zamparini: Palermo ti amava, adesso Palermo ti odia…

La “munnizza” a Palermo? Meno male che le strade sono piene…

Visite: 4031

Chi l’ha detto che l’emergenza rifiuti a Palermo è una piaga sociale? La “munnizza” a Palermo ti può salvare la vita: o meglio, ti può salvare la… serata!

Questo è un fatto realmente accaduto, di cui sono testimone oculare in quanto è successo al sottoscritto.

La cronaca: Palermo, domenica 18 dicembre 2011, ore 17,45, Via Pignatelli Aragona. Vettura Fiat Stilo, equipaggio composto da marito, moglie, figlia (che deve andare al Teatro Massimo, spettacolo Lo Schiaccianoci, quello che succederà a me dopo pochi minuti).   Leggi di più a proposito di La “munnizza” a Palermo? Meno male che le strade sono piene…

Checco Zalone: il più grande copiato prima del week end!

Visite: 3742

Due serate molto simili a quelle proposte da Fiorello. Checco Zalone è stato, probabilmente, incaricato di contrastare la performance di Rosario Tindaro da Augusta, ma il risultato è stato palesemente inferiore alle aspettative.

Ottimo musicista, ottimo caratterista (sublimi imitazioni di Vendola e Cassano), un po’ meno bravo come intrattenitore e accompagnato da un fisico, il suo, che non buca per niente lo schermo. Insomma, per farla breve: “a Checco, non sei Fiorello” . Leggi di più a proposito di Checco Zalone: il più grande copiato prima del week end!

Fiorello: il più Grande Spettacolo dopo… Arbore

Visite: 2087

Rosario Fiorello: grande! La prima parola che viene in mente pensando a lui ed al suo ultimo lavoro: il più grande spettacolo dopo il week end.

Una serie di record di ascolti nelle prime tre puntate che hanno allineato il programma al Festival di Sanremo o ai Mondiali di Calcio: mica bruscolini.

Leggi di più a proposito di Fiorello: il più Grande Spettacolo dopo… Arbore

Alluvione in Liguria: cronaca di un disastro annunciato.

Visite: 3238

Le immagini sono scioccanti: due anni fa in Sicilia, nel messinese, in questi giorni è stata la Liguria ad essere stata messa in ginocchio dal maltempo. L’ennesimo elenco di morti e dispersi.

Si può morire di pioggia? Si, in Italia nel terzo millennio si muore di pioggia. Le montagne si sgretolano come castelli di sabbia, i fiumi e torrenti esondano con una puntualità “scientifica”. Paesi e Città non esistono più.

Leggi di più a proposito di Alluvione in Liguria: cronaca di un disastro annunciato.