Star Crac

Visite: 2193
Sembrava fantascienza, e invece ci siamo arrivati. L’invasione aliena del nostro parlamento ha trascinato la nostra Stella, che ha rappresentato per oltre mezzo secolo la Repubblica Italiana, alla sua implosione, al suo crac.
Ebbene sì, sono stati gli alieni che, piano piano, senza farcene accorgere, si sono intrufolati nel nostro parlamento e, legiferando a loro uso e consumo, hanno aperto le porte della nostra nazione alla invasione barbarica dell’ euro, chiamato “death star” che ha distrutto la nostra economia.
Ma gli alieni, non contenti di aver agito come un cavallo di Troia all’interno delle nostre istituzioni, stanno proseguendo a infliggere mazzate alla nostra Costituzione utilizzando armi micidiali, camuffate da futuristiche  innovazioni, chiamate “riforme”.
Considerando che questo cambiamento “epocale” (come lo chiamano appunto gli alieni) deve essere storicizzato in qualche modo, allora abbiamo pensato di creare un album di figurine come quelle della “Panini” di Modena, immortalando però gli extra-terrestri che ci hanno cambiato la vita, invece dei calciatori.  Ma non tutti sanno che la popolazione aliena che ha invaso il nostro parlamento è composta da razze diverse, gruppi etnici completamente differenti fra loro che si esprimono in idiomi altrettanto disuguali e discordi.
Striscia la Protesta regala da oggi ai suoi lettori  le “figurine” dei gruppi alieni più rilevanti per iniziare la raccolta.
La prima figurina della raccolta è quella degli “Alfaniani”. Alti esseri antropomorfi che arrivano dal sistema stellare di “Alfa Centauri”. Dopo aver conquistato la seconda orbita nel centro-destra della galassia, si sono allontanati dal pianeta di origine fondando una piccola colonia al centro della costellazione ma restando sempre attratti dalla “forza” di gravità della precedente collocazione.
Gruppo di extraterrestri provenienti da “Mignolo”,  satellite naturale  del pianetino “Micron” nel micro-cosmo della galassia della “Formica”. Sono alieni identici agli umani ma molto molto piccoli
 Gruppo di alieni provenienti dalla galassia del “Cavaliere” che gira attorno alla nana azzurra “Berlusconia” nella costellazione del “Grande satiro
Questa è la figurina dei “Sacconidi”. Una stirpe aliena sfuggita all’attrazione gravitazionale della Galassia del Cavaliere e aggregatasi all’altro gruppo di extra-terrestri chiamati Alfaniani.
Eccoci alla quinta figurina (e che figurina!) degli alieni che hanno invaso il nostro parlamento.Oggi parliamo delle “Monnalisiane“. Sono extra-terrestri di sesso femminile provenienti dal piccolissimo asteroide “Boscky” che gravitando attorno al pianeta Renzio ne costituisce il satellite principale.  Tramite la cometa Leonardo hanno viaggiato nell’interspazio a una velocità mille volte superiore a quella della luce, riuscendo così a raggiungere il parlamento italiano in “men che non si dica”, anzi, “in women che non si dica”, e soprattutto senza i passaggi obbligati delle stazioni elettive stellari.   Sono riconoscibili per il classico e “giocondo” sorriso con il quale riescono a nascondere all’esterno qualsiasi emozione, anche se magari stanno parlando di disastri e di riforme inique.
Ancora una figurina per la vostra raccolta dei popoli alieni parlamentari.Strano popolo proveniente dalla nebulosa Forcaitalia, ormai in fase di implosione.  Il nome deriva dal fatto che questi extra-terrestri si spostano in folti gruppi stando molto attaccati fra loro. Usano raffinati caschetti neri stile vintage necessari a proteggerli dalla pioggia di pesanti asteroidi che dal 2006 tendono a cadere sulle loro teste precipitando dalla nebulosa “Procurania

Ecco un’altra figurina degli alieni presenti nel nostro parlamento. Parliamo dei “Grilliniani”, folto popolo di mutanti provenienti dalla “rete” interstellare “Vaffanweb”. Sono apparsi all’improvviso due anni fa trasportati in massa da un potente vento cosmico di protesta.  Contestano tutte le precedenti popolazioni aliene che hanno inquinato da molto tempo l’astronave parlamentare, ma recentemente la loro iniziale compattezza si è un po’ incrinata a causa del loro leader carismatico che ha smarrito nella “rete” galattica parte del suo vaffa-appeal.

Alieni arrivati sulla Terra con l’astronave “Enterprise” (letteralmente vuol dire “entra nel premio”, che è appunto il “parlamento italiano” dentro il quale si sono piazzati a vita). Il loro leader è il signor Spock (seduto al centro nellafoto), proveniente dal pianeta Vulcano; l’unico del gruppo che non ha particolari “aspirazioni”, solo perché non respira l’aria parlamentare troppo contaminata.
Sono tutti extra-terrestri che si sono auto-convinti di appartenere a una stirpe di esseri superiori, si fregiano infatti di vezzosi titoli onorifici come: onorevoli, professori, magnifici rettori, cavalieri, presidenti ecc. ecc.

Gli umani, che li hanno messi alla prova, sanno benissimo quanto valgono in effetti loro e le “etichette” con le quali si auto-glorificano, ma non riescono più a liberarsi di queste presenze. La gente del Pianeta Terra preferisce chiamarli per semplicità in un unico modo, evitando così l’uso di tutti quegli stupidi epiteti, al loro passaggio infatti si sente un sommesso brusio popolare che ripete continuamente: a..stron…autiiii

Si tratta di una razza aliena fuggita dal lontanissimo pianeta verde PRI, conosciuto come Edera Lamalfasus, ormai esploso da molto tempo. Sono esseri “verdini” e da questo colore, che deriva dal pianeta di origine, prendono il loro nome.  Simili ai felini terrestri sono però molto aggressivi, specialmente con una specie di piccolissimi roditori “brunetti”, che cercano di “cacciare” senza pietà dal loro habitat.

 

You must be logged in to post a comment.

Trackback URL for this entry