Siamo soli in preda alla follia umana

Visite: 1133

 

Era il 1991 quando Raf cantava “Siamo soli nell’immenso vuoto che c’è“, e sedici anni dopo ci ritorna in mente prepotentemente questo drammatico concetto quando la sera presenziamo sbigottiti, di fronte ai nostri giganteschi televisori, alla “fiera dell’orrore” messa in onda dai tg nazionali che fanno show con i più sanguinari fatti di cronaca nera racimolati nella settimana. Leggi di più a proposito di Siamo soli in preda alla follia umana

Ritorno al Medioevo

Visite: 1379

image

 

Non veniteci a parlare di progresso, futuro, sfide del cavolo, scommesse del kaiser, non sprecate inutilmente il fiato a inculcarci il concetto di crescita, di evoluzione, di civiltà; la realtà è che in tutto il mondo si sta regredendo, e il tema non è la solita stramaledetta economia, piuttosto il grado di barbarie e abbrutimento che sta portando l’umanità indietro nel tempo fino all’oscurantismo del medioevo. Leggi di più a proposito di Ritorno al Medioevo

Donne seviziate dalla moda e dalla chirurgia plastica

Visite: 2323

maschere_di_plastica

Ma chi l’ha detto che gli uomini cercano e gradiscono le donne rifatte, magre come stecchini, o gonfiate come palloncini? Leggi di più a proposito di Donne seviziate dalla moda e dalla chirurgia plastica

La polemica di Troia

Visite: 1359

 

Autunno del 2011: tutta l’Italia (sottolineo “tutta”) si dichiara disgustata dagli scandali rosa generati attorno ai protagonisti del governo in carica, quello del Presidente del Consiglio Berlusconi.  La gente in massa, per strada, nei bar, nei talk show televisivi, sui giornali, manifesta apertamente la propria insofferenza per la interminabile serie di notizie-gossip legate ai rapporti intrattenuti dal capo del governo, e da numerosi politici del periodo, con diverse decine di prostitute (dai media chiamate eufemisticamente “escort”). Leggi di più a proposito di La polemica di Troia

Donne vuote e “vuoto” di scambio

Visite: 1545

Questo è il video dell’ultimo lavoro di una straordinaria Carmen Consoli (cliccare all’interno dell’articolo per visionarlo). E’ necessario vederlo almeno una volta, specialmente in occasione dell’8 marzo (festa della donna), e divulgarlo il più possibile per prendere e far prendere coscienza dell’assoluto degrado che l’immagine femminile ha conseguito negli ultimi tempi a causa di quella categoria di donne disposte a vendere la propria dignità in cambio di denaro, potere e benefici di carriera.