Posts Tagged ‘rifiuti’

L’era dei consumi che consumano l’era

Porchilmonto checistasottoipieti, Questa folle società, Stizza la notizia | Posted by admin
Feb 08 2017
Visite: 343

inquinamento_rifiuti_elettronici2

Il fenomeno denunciato nei due video in calce a quest’articolo, prodotti da “Presa Diretta” – un programma di Rai 3 -, è una delle dirette conseguenze della corsa globale “all’usa e getta” della moderna società consumistica, oggetto di nostri precedenti post sull’obsolescenza programmata e preso in considerazione nel primo dei due video. Read the rest of this entry »

Topi Capaci di tutto, “TiGirano” dappertutto

Italia Italia Italia, Palermo...oh cara!, Stizza la notizia | Posted by Sergio Figuccia
Giu 15 2014
Visite: 949

I nostri specialisti delle zone di Isola delle Femmine e di Capaci, i grandi Tony Scalia e Aldo Sollami, da un po’ di tempo sono assenti dal nostro blog perché costretti da impegni professionali a sospendere momentaneamente il loro TiGirano News. Read the rest of this entry »

I rifiuti di Serie A e di Serie B

Palermo...oh cara!, Protesta a tempesta | Posted by admin
Ago 21 2012
Visite: 1264

Un nostro lettore ha sollevato un dubbio: Ma a Palermo esistono due categorie di rifiuti? Serie A e Serie B? Read the rest of this entry »

Hannibal Lecter ridicolizzato dal Cannibale di Palermo

Il potere da potare, Italia Italia Italia, Palermo...oh cara!, Protesta a tempesta | Posted by Sergio Figuccia
Nov 07 2010
Visite: 1664
Bisogna fermarlo!! Che le Istituzioni intervengano!! E’ uno scempio!!
Chi legge queste scarne righe di pubblica disperazione divulghi in qualche modo il messaggio.
Non se ne può più!!

C’è un cannibale che si aggira per Palermo

Il potere da potare, Italia Italia Italia, Protesta a tempesta, Striscia la truffa | Posted by Sergio Figuccia
Feb 14 2010
Visite: 1053

 

Cammina rasentando i muri, guardando dentro le case della gente alla ricerca del punto più adatto nel quale poter meglio affondare le sue zanne assetate di sangue.
E dire che era nato “normale”, col passar del tempo però è mutato lentamente, quasi senza dare nell’occhio si è trasformato in un monstrum horribilis et detestabilis che ormai colpisce a piacimento chiunque in città.

Read the rest of this entry »