Autori

Visite: 9114

SERGIO  FIGUCCIA

personale_2016_bnE’ nato nell’ottobre del 1954 a Palermo. Ha iniziato la propria attività artistica come vignettista, con lo pseudonimo di “Serfì“, collaborando nel 1985 con il “Giornale di Sicilia” e con la rivista “Mondello Lido“, con quest’ultima sia nella qualità di disegnatore satirico sia di articolista.

Gran parte della sua attività artistica, specialmente fra gli anni ’80 e ’90, è dedicata alla pittura e alla letteratura con una decina di mostre personali in Italia e Spagna e numerose collettive soprattutto in Sicilia.  Pubblica nel periodo successivo anche alcuni libri: dai satirici “Sorvolando” e “E’ il direttore il vero Fantozzi”, e dalla raccolta di storie brevi “Eutanasia del ricordo“, ai romanzi noir “I Draghi di Komodo”, “La fecondazione degli aquiloni” e  “Caccia alla Chimera“, tutti prodotti dal 2003 al 2012. E’ del 2013 invece il breve romanzo “Il dono della sopravvivenza“, riedizione del primo lavoro in assoluto inizialmente intitolato “Noel, una gioia infinita“.

Dalla metà degli anni 90 in poi, affianca alla pittura e alla letteratura anche l’attività di videomaker partecipando con alcuni suoi cortometraggi a numerosi festival nazionali del settore. Prodotti di questo periodo sono i corti: “Spaghetti Amari“, “Il trasgressore”, “Solo Ritorno“, “Il terzo tempo” e “Tracce di un possibile domani”.

Nel febbraio del 2011, con il racconto “L’abisso” ha vinto la settima edizione del concorso nazionale per romanzi brevi “Parole in Corsa”, indetto da ASSTRA, dopo aver chiuso al primo posto la selezione per la città di Palermo. La storia ideata da Figuccia è stata scelta fra oltre 1.000 racconti provenienti da tutta Italia.

Dal 2015 è uno degli autori veterani della Casa Editrice “DrawUp” di Latina.

Tutta la produzione di Sergio Figuccia, sia nel ruolo di video-maker che in quelli di scrittore e pittore, è pubblicata, e costantemente aggiornata, sul sito internet ufficiale www.figuccia.com.

——————————————————————————————–

ALESSANDRO VIZZINO
imageNasce a Latina nel novembre del 1971.
È scrittore, editore, revisionista e blogger.

Nel 2006 pubblica Spettri, una raccolta antologica dei suoi scritti di gioventù, poi ritirata.

Nel 2010 decide di fare della scrittura una passione professionalmente esercitata e inizia la lunga stesura di SIN, thriller pubblicato verso la fine del 2011. In nove mesi dal lancio il romanzo ottiene tre importanti riconoscimenti letterari, sino a vincere il Premio Letterario internazionale Città di Eboli e il Premio Provincia di Latina al Festival noir di Suio Terme, con ampi consensi di critica e pubblico.

A settembre 2012 esce La culla di Giuda: un poliziesco a sfondo marcatamente storico dal ritmo serrato e dallo stile innovativo. Il romanzo si aggiudica altri cinque premi letterari, per un totale di dieci riconoscimenti all’autore con due opere diverse.

A ottobre 2012 esce Crisalide, Il malessere economico e sociale attraverso i racconti di 14 autori, una raccolta di racconti intorno al tema della crisi attuale, alla quale partecipa con il brano d’apertura: La vicenda del cantastorie afono. Altri suoi racconti sono stati premiati e inseriti nelle antologie Sapori alla carta 2014 e Giallolatino 2014.

A ottobre 2013 la poesia in vernacolo Er fiore e la magnolia si aggiudica il primo posto assoluto al II Premio internazionale di Poesia Guerino Cittadino a Rende. L’anno successivo, all’interno della stessa rassegna, la lirica Lettera a un sogno mai vissuto ottiene il 4° posto e la Menzione d’onore della Giuria.

A fine agosto del 2014, per Imprimatur Editore, pubblica Trinacrime – Storia di un pentito di mafia, romanzo tratto da una storia vera e frutto di una lunga intervista esclusiva con un rilevante esponente delle cosche catanesi di Cosa nostra degli anni Ottanta e Novanta. Trinacrime, tra i vari riconoscimenti raggiunti, è finalista al Premio Carver 2015.

A luglio del 2016 esce il suo quarto romanzo, Venetiă nigră, thriller storico dalle mille sfaccettature ambientato in un’affascinante e oscura Venezia del 1725.

Dal 2010 è titolare di Edizioni DrawUp, casa editrice con cui ha lanciato finora più di cento autori/autrici di qualità. Promotore e organizzatore del Premio internazionale di Poesia Città di Latina.

——————————————————————————————–

CARLO  FERLISI

E’ nato a Palermo nel giugno del 1963.

Funzionario in un’azienda ex-municipalizzata, è stato collaboratore, nella metà degli anni ’80, della rivista palermitana “Mondello Lido” in qualità di articolista.

E’ stato protagonista, sempre dalla metà degli anni ’80 e fino ai primi  anni ’90 di una felice esperienza da Dirigente sportivo in una società di Calcio a Cinque palermitana, la “Jokers Club Palermo”, che ha partecipato anche al Campionato Nazionale di A2 e vinto diversi titoli in tornei federali.

Ha fondato nel 2000, insieme ad altri quattro soci, l’Associazione Culturale “Pittorica” e l’omonimo portale web www.pittorica.it , nel quale oggi riveste il ruolo di Responsabile dell’Area Comunicati Stampa (www.pittorica.org),  il settore più cliccato fra le cinque aree tematiche del portale, con un picco di oltre 22.400 letture giornaliere registrato nel mese di dicembre 2012.

Dal 2008 è componente dello staff  “Cinema breve” di Pittorica.it che realizza cortometraggi a sfondo sociale prodotti dall’omonima associazione culturale.

Nel 2010 ha iniziato una rilevante partecipazione all’interno di alcuni blog specializzati in critiche sportive che prosegue da oggi anche su “Striscia la Protesta”, affiancata dalla pubblicazione di articoli relativi alle problematiche cittadine di Palermo.

Nel 2012 ha impersonato uno dei personaggi protagonisti del romanzo thriller  multimediale per il web “Caccia alla Chimera” di Sergio Figuccia, altro autore di questo blog.

——————————————————————————————–

GERINO  SANFILIPPO

Calogero (Gerino) Sanfilippo nasce a Palermo nel gennaio del 1954.

Lavora presso un Istituto di Credito della sua città.

Ha alternato negli anni diverse e numerose attività extra–lavorative quali sport (pallavolo principalmente, partecipando a campionati di serie nazionale; calcio a 5, da allenatore, e poi sci e tennis) e un sentito impegno politico/sindacale,  svolto senza alcun tornaconto personale, al contrario, sacrificando favorevoli opportunità di carriera.

Si divide fra Palermo e Piana degli Albanesi, rifugio preferito per fuggire dallo stress cittadino.

Anche lui, come Carlo Ferlisi, è stato fra gli interpreti dei personaggi del noir multimediale “Caccia alla Chimera” il cui libro, nel tradizionale formato cartaceo, è stato pubblicato dalla Edizioni DrawUp nel 2013, anno successivo alla produzione del lavoro di Sergio Figuccia.

Felice padre di due figli universitari viene descritto dagli amici più cari come uomo “tutto d’un pezzo”, insofferente verso le ingiustizie e un po’ sognatore, che aspetta il “mondo perfetto”.

In effetti un sogno nel cassetto ce l’ha: un mondo senza guerre e senza “ultimi”.

——————————————————————————————–

GIUSEPPE  ANGELINI

E’ nato nel 1967 a Palermo.

E’ abilitato all’ esercizio della professione forense, ma è anche banditore d’asta,  sindacalista,  componente del Dipartimento Comunicazione e Immagine della FABI – Federazione Autonoma Bancari Italiani -, nonchè componente del Dipartimento Contrattualistica sempre della stessa FABI.

Poi, nel poco tempo libero, è un giocatore di scacchi….

Nel blog “Striscia la Protesta” si occupa di tutte quelle problematiche, spesso anche di natura conflittuale, che nascono dai rapporti di lavoro nelle aziende pubbliche e private.

D’altra parte la sua pluridecennale esperienza di sindacalista FABI gli conferisce quel valore aggiunto che non può che ottimizzare i contenuti dei suoi articoli sul nostro blog.

Scrivete alla nostra Redazione, facendo riferimento a Giuseppe, per segnalare eventuali problemi sul vostro posto di lavoro.

 

——————————————————————————————–

IRON  ICMAN

È il nostro illustratore e amministratore. Come “admin” (appunto l’administrator del blog) firma anche alcuni articoli.

Contrariamente a quanto si possa pensare inizialmente, la maschera non è un vezzo legato alla moda del momento, magari per seguire le orme di Guy Fawkes (il cospiratore cui si è ispirato il film “V per vendetta” e lo stesso Beppe Grillo per la sua campagna politica rivoluzionaria), è piuttosto una necessità legata al carattere schivo del nostro vignettista.

“Iron icman” (gioco di parole che ricorda l’eroe dei fumetti Marvel “Iron Man” ma che, nel nostro caso, dovrebbe scriversi Ironic-Man) è un personaggio che avete già visto, e che probabilmente conoscete, ma che non intende cadere nell’errore della sovraesposizione della propria immagine, come invece sembrano fare ultimamente tante personalità del mondo dell’arte e dello spettacolo.

Il fenomeno del “berlusconismo” e delle strategie psicologiche adottate dai media dell’imprenditore lombardo, fondate essenzialmente su un uso studiato (e quindi falso), eccessivo, e roboante dell’apparire, spesso portato al parossismo perché ritenuto fondamentale nella ricerca di un successo da ottenere “a qualsiasi costo”, ha portato alla fine al concetto opposto di riservatezza, almeno per chi lavora e si impegna gratuitamente perché crede in una idea per la quale combattere.

“Iron icman” ha scelto per il nostro blog un modo diverso di disegnare rispetto a quello che fa ordinariamente nel suo lavoro: la fotocomposizione. Come potete vedere leggendo i nostri articoli, accompagnati sempre da una sua proposta fotografica, le sue vignette sono fotografie ritoccate e assemblate che creano di volta in volta suggestivi e satirici spaccati di “vita sociale” che ci fanno sorridere “amaro”, proprio come gli articoli cui si riferiscono.

——————————————————————————————–

TONY  SCALIA

Nasce nell’Aprile del ’79 a Palermo dove vive sino a 12 anni e successivamente si trasferisce a Capaci.

Fa le sue prime esperienze lavorative negli anni ‘90 come animatore di villaggi, attività che modellerà indiscutibilmente il suo tipico modo di approcciarsi alla gente. Sempre in quegli anni si trova anche a lavorare nell’ambito della ristorazione.

In modo saltuario collabora col gruppo  “LA PROSPETTIVA” di Capaci con lo scopo di migliorare o quantomeno provare a migliorare lo status di Capaci e dei Capacensi.

Si laurea nel novembre del 2011 con il massimo dei voti  presso la facoltà di medicina e chirurgia di Messina in tecniche e riabilitazioni audioprotesiche, e da svariati anni  lavora sempre nel messinese con una importante azienda del settore.

Da sempre un grandissimo estimatore di musica, sua grande compagna di vita, afferma  con piacere di essere un contenitore musicale a 360°.

Si definisce un istintivo, spontaneo e perfezionista. Chi lo conosce bene sa che nel momento in cui si getta in un progetto cerca sempre di portarlo a termine dedicandosi anima e corpo a tutto ciò in cui crede, cercando nello stesso tempo di coinvolgere altra gente nelle sue attività, elemento che sottolinea l’importanza della parola “gruppo” nel suo modo di essere.

Nel Gennaio del 2013, per cercare di dare una scossa di massa, fonda insieme al suo fraterno amico Aldo il “TiGirano Web News”, che si avvale della partecipazione di Luisa, la moglie di Aldo, alla regia e di altri amici che si prestano alle follie dello stesso per la realizzazione delle gag da lui pensate appositamente per il format satirico.

Come lui stesso sottolinea, il TiGirano è un  telegiornale (TG) autoprodotto, per definizione un contenitore di disagi rivisti in chiave ironica con lo scopo di denunciare col sorriso, al vasto pubblico televisivo e del web, tematiche che solitamente lasciano spazio a ben altre sensazioni.

Il suo motto:  “Anche in una piccola scintilla di pazzia, si nasconde una grande fiamma di genialità”.  Proprio vero, soprattutto nel suo caso.

——————————————————————————————–

ALDO  SOLLAMI

E’ nato a Palermo nel luglio del 1980, e da sempre risiede a Capaci (PA).

Tecnico chimico (precario) presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, ente di ricerca che si occupa, tra l’altro, di sorveglianza sismica e vulcanica dell’intero territorio nazionale.

E’ stato protagonista, insieme ad alcuni amici, della vita sociale di Capaci, in particolare con la gestione del “Gruppo Giovanile 88”, un’associazione culturale, nella quale dal 2000 Sollami riveste la carica di vicepresidente, che ha affrontato temi importanti come la salvaguardia del territorio dalle speculazioni edilizie, lo sviluppo dell’unica vera ricchezza del comune di Capaci,la Spiaggia, e la pulizia del territorio.

Ha fondato nel 2008, il gruppo “LA PROSPETTIVA, con l’intento di migliorare la qualità di vita della cittadina Capacense, tanto da essere spinto a candidarsi al consiglio comunale, arrivando il quarto della propria lista.

Dal 2011 al 2012 hacollaborato alla realizzazione di una rivista culturale denominata “LA CITTADELLA”, cosa che lo ha spinto a confrontarsi con le problematiche territoriali e con le diverse modalità di risoluzione.

Dal luglio 2012 ricopre la carica di Consigliere Comunale per il gruppo LA PROSPETTIVA portando all’interno dell’assemblea mozioni che hanno come unica direzione i principi che lo hanno sempre contraddistinto (mozione “GREENPEACE” contro le trivellazioni in mare, mozione per la procedure di adozione del P.R.G. strumento di lotta alla mafia, mozione sicurezza del lungomare nel periodo estivo, ecc.).

Dal gennaio 2013 insieme al suo amico di sempre Tony Scalia, e all’aiuto di sua moglie Luisa, ha fondato il TIGIRANO WEB NEWS, un TG auto-prodotto che prova, in chiave ironica, a parlare di argomenti seri.

——————————————————————————————–

CARMELO RAFFA

E’ nato a Tortorici (ME) 62 anni fa.

Si è occupato fin da ragazzo di sindacato, attività sociale e politica. All’età di 15 anni collaborava, infatti, con suo zio che era Segretario Zonale dei Nebrodi della Cisl e partecipava alle proteste dei contadini col microfono in mano per infastidire i proprietari terrieri.  All’epoca i salari erano scarsi e c’era una forte discriminazione delle donne. Mentre gli uomini prendevano mille lire al giorno alle donne ne venivano date appena 500.

In quel periodo ha fatto parte dell’Azione Cattolica collaborando  con la Redazione del mensile “Voce Giovanile”. Successivamente, all’età di 16 anni, s’impegnava nel Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana, diventandone dopo poco tempo  Responsabile.

All’età di 20 anni, nel luglio 1972,  veniva assunto dalla Cassa Centrale di Risparmio V.E., allora presieduta da una Grande e Nobile Persona che portava il nome di Ferdinando Stagno d’Alcontres. Qualche giorno dopo l’assunzione si iscriveva alla FABI che conosceva da prima grazie all’amico e suo maestro sindacale Cesare Di Vincenzo. All’inizio del 1973 veniva eletto a far parte del Direttivo Provinciale della FABI ma la vera attività sindacale iniziava nel 1978 quando veniva eletto a far parte della Segreteria Provinciale con l’incarico di Segretario Amministrativo.

Negli anni ’80 è stato chiamato a ricoprire la carica di Segretario Coordinatore Regionale e dopo il decesso del compianto amico e fratello Giacomo Evola, avvenuto nel 1988,  ha assunto la guida del Sindacato di Palermo e contemporaneamente è stato inserito dalla Segreteria Nazionale nel Comitato di Redazione della Voce dei Bancari, incarico svolto per quattro anni.

Nel 1991 è stato eletto a far parte del Comitato Direttivo Centrale. Nel settembre 1997, dopo la fusione imposta dai poteri forti del Governo e della Banca d’Italia, è stato chiamato a coordinare l’attività sindacale FABI  del Banco di Sicilia (polo creditizio siciliano). Nel 2000, in seguito all’acquisizione del Banco da parte della Banca di Roma di Geronzi e dopo le battaglie condotte per evitarne l’incorporazione, venutosi a creare il gruppo bancario “Capitalia”, Raffa è diventato il Coordinatore Aggiunto della FABIGruppo Capitalia, incarico che ha mantenuto fino alla successiva operazione di inglobamento in Unicredit avvenuta nel 2007.

Per un periodo transitorio la fase sindacale venne gestita congiuntamente dai Coordinamenti Capitalia e Unicredit ma nel 2010, su decisione di Unicredit, cessava l’autonomia per Bipop, Banca di Roma e Banco di Sicilia e Unicredit SpA diventava l’unica Banca.  Si dovette quindi procedere all’elezione delle cariche all’interno del Gruppo.  Carmelo Raffa, nell’occasione, ha assunto l’incarico di Coordinatore Vicario della FABI-Unicredit. Per i fabiani siciliani, e per  la Federazione Nazionale, Raffa rappresenta un punto di riferimento centrale nell’isola tant’è che, dopo i congressi siciliani e quello di Palermo, in una nota diramata dalla FABI e presente sul sito www.fabi.it e su quella del Segretario Generale www.landosileoni.it si legge: Un tempo i regnanti spagnoli mandavano a Palermo i Vicerè. La FABI in Sicilia ha un suo Vicerè ed è proprio Carmelo Raffa, che riconosce a Lando Maria Sileoni, Segretario Generale dell’Organizzazione, il merito di aver dato al sindacato una guida autorevole e stabile.”

In rappresentanza della FABI ha fatto parte del Consiglio Regionale dell’Economia e del Lavoro dal 1986 al1991, e per due mandati e fino al 2007, del Consiglio di Amministrazione dell’IRCAC.

Per quanto attiene gli impegni politici assunti marginalmente da Carmelo Raffa per la predominanza di quelli sindacali sono stati:

dal 1974 al 1979 nella Direzione Provinciale del Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana di Messina;

dal 1996 al 2000 nella Direzione Regionale del Partito Popolare Italiano;

dal luglio 2012 e fino al’estate scorsa ha coordinato il Dipartimento Regionale Lavoro e Welfare di Italia dei Valori, incarico che ha lasciato aderendo nel Mov139 di Leoluca Orlando.

——————————————————————————————–

AMARO  &  PALANDRANA

Nuova coppia di disegnatori satirici che da marzo 2015 collabora con Striscia la Protesta. I loro nomi nascono evidentemente da un gioco di contrapposizione a due noti cognomi di stilisti che hanno portato la moda italiana in giro per il mondo.

I due nuovi autori hanno realizzato un salottino di discussione dove due amici si scambiano battute su fatti di cronaca e di politica nostrana.

Le “sagome” dei due improvvisati “opinionisti” delle vignette, pur tramite la loro ombra riportata su una specie di parete che fa da schermo al loro divertente dialogo, sembrano sbeffeggiare analoghi personaggi mediatici di dubbio valore culturale che tuttavia si arrogano la capacità di “sparare sentenze” e di giudicare dai salotti televisi di certi scadenti talk-show.

——————————————————————————————–

DANIELE PISCIOTTA

Romano, impegnato in molti campi e con varie esperienze lavorative al suo attivo.

Laureato in ambito di sicurezza ambientale e del lavoro (ex 626), ha fatto un po’ di tutto in passato: collaboratore in un’impresa agricola, operatore nel campo dell’informazione medica del farmaco, coordinatore della sicurezza nei locali pubblici e anche guardia del corpo.

Oggi lavora sugli yacht e sceglie su Facebook per “Striscia la Protesta – Video“, pagina da lui stesso ideata e gestita, i filmati divulgati in rete ritenuti più validi, sotto il profilo informativo e sociale, rispetto alla enorme massa di video autoprodotti che “intasano” inutilmente la rete.

You must be logged in to post a comment.

Trackback URL for this entry