Addio Marco Simoncelli: perchè ieri, perchè tu?

Visite: 3079

Ho vissuto insieme a milioni di telespettatori la morte in diretta di un campione sportivo. La morte porta dolore, in diretta ancor di più.

Quando se ne va un ragazzo di 24 anni, anche se non lo conosci personalmente, se non sei un appassionato sportivo, ti sembra di perdere un amico, un fratello.

Marco Simoncelli era un ragazzo normale, senza fumi, senza grilli per la testa, solo riccioli. Un’esplosione di gioventù. Un campione sulla pista ed un campione nella vita. E’ morto davanti ai nostri occhi, senza che nessuno potesse far nulla per salvarlo.  Leggi di più a proposito di Addio Marco Simoncelli: perchè ieri, perchè tu?