Tag: , , , , ,

Attenzione alla truffa del chevepossing

Visite: 119

Attenzione: è in corso l’ennesima truffa telefonica.

Vite sprecate, cervelli malsani utilizzati solo per rubare; la società contemporanea è diventata una palude avvelenata da tristissime amebe che si ritengono intelligenti solo perché capaci di inventare GIORNALMENTE infime truffette puerili nelle quali purtroppo continuano a cadere però anziani indifesi e ragazzi alla disperata ricerca di un lavoro.
Ma le “amebe intelligenti” non hanno alcuna morale, succhiano denaro senza alcuno scrupolo, così fanno partire messaggi telefonici o email a raffica che fungono da esca per i meno esperti di questa giungla infernale.

La Polizia di Stato e quella Postale, a parte che censire queste “rapine” a telefono armato con i soliti stupidissimi nomi inglesi (phishing, vishing, smishing, spoofing ecc. ecc.) non riscono a fare assolutamente nulla per impedirle. Dunque dobbiamo difenderci da soli.

L’ultima truffa in ordine di tempo, noi la chiameremmo “CHEVEPOSSING“, prevede la ricezione da parte delle vittime di messaggi telefonici nei quali fantomatiche istituzioni nazionali, preposte al lavoro o ad assistenze socio-sanitarie non precisate, invitano gli utenti a telefonare a numeri che iniziano per 892, 893 ecc. per “urgenti comunicazioni personali”. Ovviamente si tratta di servizi a pagamento e le comunicazioni segnalate non sono altro che esche cuoi fare abboccare vittime curiose, lavoratori a spasso, anziani che attendono reali comunicazioni sanitarie, pensionati che pensano si tratti di messaggi dell’INPS, e così via dicendo.

Quindi non cliccate mai su quei numeri telefonici che leggerete nei messaggi, peraltro praticamente anonimi, spenderete inutilmente il vostro denaro per non ricevere alcuna notizia (né brutta né bella) e per riempire i portafogli delle “amebe intelligenti” (o presunte tali).

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento