Tag: , , , , , , ,

Vogliamo prodotti buoni, non quelli forzatamente nuovi

Visite: 106
Non è nostalgia, è logica. La schizofrenia del consumismo sfrenato ha spinto tutte le aziende mondiali a produrre di continuo cambiamenti sui propri prodotti nel convincimento che il “nuovo” attiri maggiormente il consumatore.
 
Quindi si cambia, ma in fondo si ripropone quasi sempre la stessa cosa con aspetto diverso modificandone la forma, il colore, il packaging, la promozione sul mercato ecc. investendo così molto denaro per le modifiche al settore produttivo che però non garantiscono assolutamente l’aumento dei profitti.
 
L’esempio della BIC è dunque emblematico, un prodotto sempre uguale di grandissmo successo che per 70 anni è rimasto sempre uguale e sempre vendutissimo, proprio come viene pubblicizzato dall’azienda produttrice col manifesto che vedete più in basso.,
 
Le “regole” del mercato non sono sempre frutto di soluzioni vincenti e “intelligenti, come il consumatore non è sempre affascinato dal cambiamento estetico di un prodotto, preferisce di certo la qualità già conosciuta piuttosto che quella tutta da provare in un prodotto nuovo. Un po’ come nella “moda” che dopo anni di continui cambiamenti isterici preferisce poi col tornare alle vecchie soluzioni di successo dei decenni passati. Dunque: Come prima, più di prima
 

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento