Tag:, , , , , , , , ,

Non c’è via di scampo … allo schampoo

Visite: 108
Il governo viene abbattuto a colpi di renziate;
 
Le tv danno visibilità solo al “bastone” e non a chi ne è stato colpito;
 
Spunta improvvisamente una figura mitologica dietro i “monti“;
 
Tutti rimangono colpiti, stavolta a colpi di “mattarello“;
 
La figura mitologica viene santificata e idolatrata anche se ricorda vagamente un precedente “salvatore” con lo stesso nome che in passato aveva divorato le aspettative di un intero popolo;
 
Il “bastone” approfitta del gradimento incassato dalla figura mitologica per urlare ai 4 venti e alle 5 stelle che il merito di questa nuova investitura è tutto suo;
 
Tutti si inchinano al nuovo re che promette mari e (purtroppo) monti, e qualcuno, senza capirne nulla, plaude pure al “bastone”.
 
Il mostro spread rientra nella tana e le borse si innalzano per la notizia anche se la figura mitologica in pratica non ha ancora fatto nulla;
 
Io resto disgustato dai risvolti di questa epica storia italiana di mitologia contemporanea e soprattutto dai suoi protagonisti, convinto come sono che dietro i contorni del poema ci sono pochi pupari che hanno scritto il testo per appropriarsi di un malloppo di oltre 200 miliardi.
 
Ma sono solo a pensare in una giornata mogia priva di qualunque reazione popolare, proprio come era accaduto 9 anni fa; da domani non mi parlate più di resilienza, per certe cose non esiste.
 
Tutti sono contenti perché il caos ha trovato un nuovo padrone, e io mi convinco che, non potendo fare nulla da solo, non c’è via di scampo, devo andare per forza a …. farmi uno shampoo.
 
 

Autore dell'articolo: Sergio Figuccia

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.