Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Pioggia di possibili investimenti in Sicilia

Visite: 2147
Incapacità, autolesionismo, demenza politica e istituzionale, padreternismo, ignoranza, vista corta, arroganza, superficialità, dilettantismo, ignavia … e chi più ne ha più ne metta, queste sono le caratteristiche di chi dovrebbe amministrare la Sicilia.

I personaggi che si aggirano come veri e propri zombi nei palazzi istituzionali della Sicilia hanno fatto perdere all’economia isolana decine di occasioni per un reale rilancio in campo nazionale e internazionale.
Ricordiamo tra queste: la mancata realizzazione, dopo ben due tentativi da parte degli investitori (e l’ultimo appena pochi anni fa), di una Disneyland al centro della Sicilia, e, di recente, delle Terme a Geraci. Ma di questi esempi, purtroppo, se ne contano tantissimi.
I politicastri siciliani da tempo piangono miseria al Governo nazionale e pregano mezzo mondo di investire nell’Isola, e poi, come tanti Giano bifronte, mandano a quel paese qualsiasi iniziativa al riguardo … forse per i motivi citati a inizio di quest’articolo  …  o magari perché nel business connesso non sono riusciti a far entrare i loro “amici” e “sponsor“.
 Vi proponiamo un articolo di “livesicilia.it” (cliccate qui per leggerlo) in merito al fallimento dell’idea di realizzare un centro termale a Geraci Siculo, proposta da Antonio Mangia (patron di Aeroviaggi) e boicottata proprio da chi dovrebbe rilanciare in qualche modo l’economia siciliana.
Sarà la mafia, sarà la massoneria, sarà l’incapacità dimostrata dalle istituzioni locali, saranno certi politici collusi, sarà il ridicolo sistema amministrativo isolano, che occorre ricostruire dalle fondamenta, ma è ormai certo che tutto è diventato difficile in Sicilia, e chi decide di partire con le proprie forze, fregandosene del “bastone sotto le ruote” messo regolarmente dalla demente burocrazia sicula su ogni nuova attività, viene poi colpito dagli “strali istituzionali” e dai paletti normativi lanciati a tempesta per danneggiare qualsiasi iniziativa onesta e valida per l’intera comunità isolana (un esempio fra tutti: le strutture turistiche regolari, aggredite in tutti i modi dalla burocrazia e dallo sciacallaggio sanzionatorio dei comuni senza scrupoli).
Chi ha sbagliato CAMBI MESTIERE! Il cavallo per darsi all’ippica glielo regaliamo noi “populisti siciliani”… basta che galoppi il più lontano possibile dalla nostra Terra.

Autore dell'articolo: admin

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.