Tag:, , , , , ,

Stiamo tutti tremando dalla paura

Visite: 191
Abbiamo letto sulla stampa nazionale (clicca qui per leggere uno dei tanti articoli al riguardo) che Mark Zuckerberg, il celebre miliardario fondatore di Facebook, ha minacciato di chiudere i suoi social (c’è anche Instagram) in Europa a seguito del possibile divieto di archiviare i dati europei nei server statunitensi che imporrà l’Unione Europea in base al rapporto annuale presentato dalla società SEC che vigila sui mercati.
 
Ah zuccker! Ma se siamo stati noi a farti arricchire!
 
A parte che morto un social purtroppo se ne fa un altro, non hai la minima idea di come si stava bene senza questi mostruosi recipienti di fandonie e di bestialità quasi sempre retoriche e autoglorificanti (vedi pure l’altro social orientale “Tik Tok)
 
Forse l’idea originale poteva anche essere buona, poteva essere la base di un confronto globale per una evoluzione culturale, ma la media della qualità intellettuale degli utenti si è rivelata bassissima; inutile modificare “giornalmente” la piattaforma con confusionarie e incomprensibili varianti se poi non si fa nulla per migliorarne i contenuti.
 
I post di buona qualità, specialmente su facebook, costituiscono forse appena il 20% delle pubblicazioni, il resto è una enorme massa di sciocchezze, sfoghi personali, retorica a gogò, millanterie, saluti e baci. Quella piccola quantità di “roba buona” viene dunque inesorabilmente seppellita dalla monumentale valanga di insulse scorie cerebrali.
 
Dunque “zucche“, chiudi pure quello che vuoi, noi riprenderemo a vivere come prima del tuo avvento, in quella sfera temporale nella quale si campava senza avere coscienza dell’imbecillità umana che stava fuori in attesa di sopraffarci.
 
 

Autore dell'articolo: Santokenonsuda

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.