Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Guerre impari e minchiate volanti

Visite: 213
 
La guerra è sempre il peggio che l’essere umano possa provocare sul pianeta Terra, qualunque siano i soggetti che l’hanno generata.
 
Quindi non schieriamoci per “default” dalla parte di chi dice di voler espandere la “democrazia” (NATO, USA, FRANCIA ecc.) e nel recente passato ha bombardato e massacrato migliaia di innocenti esseri umani (e bambini in particolare) con le “scuse” più infami, ivi compresa quella, più ipocrita di tutte, di voler portare “pace“.
Non dimentichiamo i morti in Iraq, nella seconda guerra del golfo, bombardato perché aveva “armi di sterminio di massa” (rivelatasi poi un’ignobile fake), non dimentichiamo quelli della Libia, distrutta a suon di bombe intelligenti solo per uccidere Gheddafi, non scordiamoci delle cluster bomb in Siria, in Afganistan, a Gaza.
 
Anche durante quelle tragedie c’erano gli assediati che, per mantenere il loro potere, sparavano “cazzate” dai loro bunker segreti mandando a morte quasi certa migliaia di giovani aizzandoli a una resistenza impari contro i nemici; ricordate Saddam e la sua “madre di tutte le battaglie“, rammentate la celebre frase “combatteremo fino all’ultimo uomo“, ricordate “i fiumi di sangue invasore” promessi alle forze di mezzo mondo, “democratiche e pacifiste“, mentre bombardavo le città?
A cosa era servita quell’inutile resistenza se non a fare morire migliaia di persone in più?
 
Gli assedianti, dal canto loro, dichiaravano di colpire solo obiettivi militari e distruggevano invece scuole, ospedali e abitazioni civili.
 
Da un lato e dall’altro finte foto di vittime insanguinate, falsi reportage ispirati alle tragedie greche, notizie infondate su armi chimiche, finti filmati di azioni di guerra … insomma: un’informazione totalmente inattendibile, un “teatro” messo su sia dalle vittime che dai “carnefici” per colpire l’opinione pubblica mondiale e una verità seppellita dalle stesse macerie della guerra.
 
Cosa vedete di diverso oggi con Zelensky a pontificare dal suo bunker di fronte alle telecamere per aizzare il resto del mondo contro la Russia, e Putin, anche lui nascosto chissà dove, a dirigere le ostilità belliche contro un Popolo che lui stesso dichiara essere Russo? Non vi sembra lo stesso orrore e lo stesso pirandelliano “gioco delle parti” delle guerre precedenti?
 
INDIGNAMOCI DUNQUE CONTRO TUTTE LE GUERRE E CONTRO TUTTI QUEGLI UOMINI (se vogliamo ancora chiamarli così) CHE LE CAUSANO E LE ISTIGANO.

Autore dell'articolo: Santokenonsuda

Lascia un commento