La Nato che mette il naso

Visite: 95 Papa Francesco, ha più volte e in più occasioni, ripetuto una sua precisa tesi geopolitica sulla causa principale che ha generato la guerra in Ucraina.   “Cos’ha scatenato questa guerra? Probabilmente l’abbaiare della Nato alla porta della Russia… Un’ira che non so dire se sia stata provocata, ma facilitata forse sì».   A […]

Ucraina, ecco cosa accadeva nel 2015

Visite: 161Per coloro che credono ciecamente “per fede” a tutto ciò che viene sciorinato sulle tv filogovernative, ecco un’intervista di Giulietto Chiesa a Vauro che risale a metà gennaio del 2015, in tempi “non sospetti” dunque.   Per vedere l’intervista (divisa in due filmati) cliccare sull’immagine sottostante.     L’intervista è IMPORTANTISSIMA per comprendere bene […]

Ma diciamola tutta

Visite: 357So perfettamente che scrivendo quello che penso mi attirerò le antipatie (se non l’odio) di tantissima gente, ma mi si può dire di tutto tranne che attribuirmi il difetto dell’ipocrisia. Vorrei dunque abbattere questo muro di falsità mediatica che da oltre venti giorni è stato artatamente costruito dai belligeranti ma anche dai soliti ignobili […]

Guerre impari e minchiate volanti

Visite: 165  La guerra è sempre il peggio che l’essere umano possa provocare sul pianeta Terra, qualunque siano i soggetti che l’hanno generata.   Quindi non schieriamoci per “default” dalla parte di chi dice di voler espandere la “democrazia” (NATO, USA, FRANCIA ecc.) e nel recente passato ha bombardato e massacrato migliaia di innocenti esseri […]

Ipocrisia e falsità contro raziocinio e umanità

Visite: 212 L’ipocrisia, la finzione, la teatralità più speculativa tracimano in questi giorni come non mai da tutti i media.   Nel frattempo la cattiva informazione ha convinto gli ucraini che il “passaggio” in Europa avrebbe reso “libera” la loro patria; evidentemente non sanno, o forse l’hanno dimenticato, come si è comportata la tanto sospirata […]

I pastrocchi della globalizzazione

Visite: 2086

 

E’ solo un’osservazione politico-economico-sportiva, ma che rende l’idea delle assurdità cui si va incontro quando si pretende di fare del nostro pianeta un “mercato unico”, pur in presenza di spinte nazionalistiche, di crolli di regimi, di instabilità politiche, di guerre “civili” e, comunque, di una continua precarietà di equilibri nelle amministrazioni dei singoli stati. Leggi di più a proposito di I pastrocchi della globalizzazione