Tag: , , , , , , , , , , , ,

Disilluminazione pubblica a Palermo

Visite: 333

Prima di proporvi quest’articolo vi segnaliamo 5 pubblicazioni; 4 sono vecchi articoli sul nostro blog di Striscia la Protesta, l’ultimo è invece il servizio del 27 marzo 2024 del programma televisivo Striscia la Notizia sullo stesso tema: La scarsità di illuminazione stradale a Palermo.


STRISCIA LA PROTESTA –  A Palermo la colpa è sempre dei cittadini incivili (ultimo paragrafo dell’articolo): 25 giugno 2019

STRISCIA LA PROTESTAOscurità pubblica:   29 settembre 2019

STRISCIA LA PROTESTAPalermo by night: 22 gennaio 2020

STRISCIA LA PROTESTAA Palermo la protesta vola:   6 ottobre 2020

STRISCIA LA NOTIZIAA Palermo cadono i pali della luce e tanti quartieri sono al buio    – 27 marzo 2024


La problematica delle strade di Palermo lasciate inopinatamente al buio negli ultimi cinque anni dell’amministrazione di Leoluca Orlando (2017-2022) era stata copiosamente segnalata sia sul nostro blog di Striscia la Protesta sia sulla nostra pagina Facebook, e i 4 articoli (che vi riproponiamo qui di seguito) sono solo una piccola parte dei nostri interventi in materia dal 2018 al 2021. Ma la nostra voce è stata un inutile urlo nel deserto; tante strade cittadine e interi quartieri sono stati lasciati nell’oscurità più assoluta per quasi cinque anni; ricordiamo in proposito: Via Lanza di Scalea (con le sue tre rotatorie), il lungomare di Mondello, Villa Niscemi, Via Danimarca, Il Parco della Favorita, il Quartiere Fiera, il Quartiere Brancaccio, il Quartiere Zisa, le torri faro sugli svincoli autostradali di Viale Lazio e Via Belgio … ma l’elenco sarebbe troppo lungo per essere esposto in quest’articolo e questi sono solo pochissimi esempi.

L’amministrazione Orlando, a seguito delle nostre proteste e di quelle di migliaia di cittadini e di qualche Consigliere Comunale, si era difesa adducendo motivazioni poco credibili:

  • mancanza di lampade compatibili coi vecchi impianti (se fosse stato così le strade non si sarebbero illuminate una sera sì e una no, se una lampada non funziona la cosa non dovrebbe avvenire a singhiozzo);
  • furti dei cavi elettrici (come potrebbero avvenire in strade tanto trafficate sia di giorno sia di notte e per giunta sotto alta tensione?);
  • mancanza di soldi per il completamento dei nuovi impianti già in via di lavorazione;
  • guasti improvvisi su interi quartieri poi però rientrati miracolosamente dopo qualche ora e senza alcun intervento tecnico ma al seguito di lamentele troppo “pesanti” da poter gestire;

Qualsiasi siano state le cause presunte e quelle reali comunque la città per quasi cinque anni della gestione Orlando è stata pericolosamente “messa al buio“, tranne nel Centro Storico che resterà per sempre, bisogna dargliene atto, il fiore all’occhiello dell’amministrazione orlandiana. Ovviamente sorgono seri dubbi sul fatto che la possibile finalità fosse proprio quella di risparmiare sulle bollette energetiche, ma stiamo parlando di un servizio pubblico CHE PER LEGGE NON PUO’ ESSERE INTERROTTO A PIACIMENTO (in caso contrario gli eventuali responsabili ricadrebbero nel penale) e poi … come la mettiamo col fatto che la città ha rischiato di finire in default proprio a chiusura dell’ultima amministrazione di Orlando? E dove sono finiti tutti questi risparmi? (ricordiamo che il default è stato evitato caricando sulle spalle dei cittadini di Palermo il massimo previsto per la tassa sul ritiro dei rifiuti urbani).

In questi ultimi giorni, ma siamo nel 2024, il programma televisivo “Striscia la Notizia” ha ripreso l’argomento con un servizio del 27 marzo di Stefania Petix profittando del fatto che alcuni pali dell’illuminazione pubblica sono caduti a terra, ma il tema finale del servizio è proprio quello della scarsa manutenzione (arguta al riguardo la titolazione: MAI … NUTENZIONE) e dell’oscuramento di interi quartieri metropolitani. Nel riproporvi l’ottimo servizio di Striscia la Notizia con il link segnalato di seguito ai nostri articoli, lamentiamo tuttavia il fatto che una denuncia di questo genere andava fatta durante l’amministrazione di Orlando, come abbiamo fatto tante volte noi di Striscia la Protesta sul web, con mezzi nettamente inferiori a quelli di Canale 5 e della potente trasmissione di Ricci. Forse un intervento in quel periodo avrebbe “aperto gli occhi” a chi di dovere e illuminato meglio le notti dei cittadini palermitani. 

Comunque l’attuale amministrazione del nuovo Sindaco Roberto Lagalla, subentrato a Orlando nel 2022, sembrerebbe (il condizionale in ogni caso è d’obbligo) aver preso a cuore l’argomento e molti dei quartieri “oscurati” hanno ritrovato la luce. Ci sembra pertanto risibile la segnalazione finale di Petix sulla doppia illuminazione in alcune strade che dovrebbe cessare in seguito alla verifica delle nuove palificazioni e comunque certamente meno perniciosa dell’assenza totale di luce.


 

A Palermo la colpa è sempre dei cittadini incivili

Oscurità pubblica

Palermo by night

A Palermo la protesta vola

 

STRISCIA LA NOTIZIAA Palermo cadono i pali della luce e tanti quartieri sono al buio    – 27 marzo 2024

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento