Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’odio seminato sta germogliando

Visite: 182
Poi chi è che diffonde l’odio? Di certo non chi rileva queste immani porcherie che stanno avvelenando il mondo e poi magari viene “zelantemente” bloccato da chi gestisce i social (vero Facebook?).
 
Se a capo di una massa popolare c’è un essere inumano (se non demoniaco, e questo vale sia per israele, sia per hamas sia per tutto il resto del mondo) purtroppo le nuove generazioni nascono e crescono nel pantano del disprezzo e dell’avversione, permettendone la strumentalizzazione da parte di chi fabbrica armi o ha interessi strettamente legati alle guerre.
 
Così facendo il Pianeta non ne uscirà più fuori e resterà per sempre macchiato da questa abominevole melma.
 
Chi non è capace a governare con saggezza e buonsenso andrebbe immediatamente rimosso, non di certo osannato dal popolo che è oppresso dalla sua follia.
 
Riportiamo di seguito il post odierno (6 giugno 2024) su Facebook di Alessandro Di Battista di una chiarezza disarmante. Leggendo, date anche un’occhiata ai ragazzi della foto a corredo dell’articolo, sono tutti appena ventenni e forse qualcuno anche minorenne; stanno crescendo urlando “morte agli arabi” e invocando la distruzione di Gaza e l’uccisione di più bambini possibili … e loro solo da poco non sono più bambini perché il destino glielo ha permesso.

Vi faccio una semplice domanda. Che tipo di copertura mediatica, di attenzione mediatica, di approfondimento mediatico ci sarebbero stati se migliaia di palestinesi avessero marciato per le vie di Gerusalemme gridando “morte agli ebrei”? Immagino valanghe di editoriali sulla nuova e pericolosa ondata di antisemitismo. Ve lo dico perché ieri migliaia di fanatici israeliani, a Gerusalemme, hanno gridato “morte agli arabi”, hanno chiesto la distruzione di Gaza, l’uccisione di più bambini possibili, la pulizia etnica dei palestinesi. In più hanno malmenato un giornalista palestinese che riprendeva l’ennesima prova di intolleranza, odio, razzismo da parte dei nazional-sionisti israeliani. La notizia è stata riportata (e ci mancherebbe) ma senza alcun approfondimento. È stata data rapidamente per poi passare ad altro. Il tutto per non far capire ai cittadini italiani l’orrore che sta accadendo in Palestina e quanto una fetta consistente della società israeliana sia ormai colma di odio. Nel gruppo di fanatici c’erano purtroppo tanti giovanissimi ragazzi israeliani. Vittime anche loro dell’odio che gli viene inculcato. Mi ricordano i giovanissimi durante il nazismo. Educati ad odiare l’altro e a sentirsi superiori per volontà divina. Almeno voi informatevi.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento