La caduta degli dei

Pubblicato il: 5 dicembre 2014 alle 10:44 am

Visite: 1381

L’Olimpo, la montagna sacra alla casta degli “dei”, fin dai tempi degli antichi greci è stata oggetto di vari tentativi di “scalata”. 

Scalare l’Olimpo significava raggiungere, e quindi ottenere, gli enormi benefici concessi solo alla “casta degli dei”. L’umanità intera da sempre ha agognato di potersi paragonare e affiancare a quelle “sacre entità” che, pur essendo spesso di natura terrena (i semidei, per esempio, erano figli di un dio e di una donna “comune mortale”) riuscivano a governare il mondo vivendo ovattati fra vantaggi di tutti i tipi e liberalità che i semplici umani non si potevano minimamente concedere.

A distanza di tanti millenni la mitologia greca, ma lo stesso vale per quella nord-europea e quella celtica, appare oggi come una specie di grande metafora socio-politica.

Le similitudini sono evidenti e spesso anche sconcertanti. La montagna sacra è il “parlamento”, ma anche la sfera politica di maggior influenza nel paese, con tutte quelle migliaia di nicchie e caverne di “governo” e “sotto-governo” dove si vanno a rintanare aquile, avvoltoi, colombe, i nuovi “dei” e “semi-dei”. La “casta degli eletti” oggi non è più rappresentata da Giove & C. ma bensì dal presidente del consiglio e dalla sua “squadra”, che è divenuta “la casta dei non-eletti”, perché, come sapete benissimo, viene generata per scelte dirette del primo-ministro, e non certo da democratiche elezioni popolari.

Gli “dei” di oggi sono dunque i politici più in vista e i loro diretti collaboratori, una sfera di “intoccabili” beneficiari dei più assurdi e spropositati privilegi che, per lo squallido piacere di pochi, stanno annientando una nazione intera.

Ma anche per l’Olimpo prima o poi può arrivare la catastrofe, e così, piano piano, anche gli “dei” stanno “cadendo” dal loro trono ultra-terreno sotto i colpi di chi “il potere non ha” o, almeno, di chi “sembra non avere potere“.  Lo sciocco teorema di andreotti: “il potere logora chi non ce l’ha” si sta dimostrando ancora una volta totalmente fasullo; il potere sta logorando chi lo detiene perché sotto-sotto stanno tramando in molti per “scalare la montagna sacra” e privare del comando gli attuali “dei” dell’Olimpo.

E’ solo questione di tempo, ma fra morti inevitabili per età avanzate, magistratura d’assalto che indaga su corruzione politica e accordi stato-mafia, nuovi massoni che vogliono scalzare i vecchi, “dei” divenuti impopolari e pertanto dannosi all’immagine di certi partiti, e strani testimoni “telecomandati” che spuntano ogni giorno dal nulla, i signori dell’Olimpo devono guardarsi alle spalle, invece di camminare tronfi per le strade romane (magari anche dentro i cocchi blu istituzionali) convinti di essere al di sopra di tutto e di tutti.

Anche gli “dei” cadono e, passando da una mitologia all’altra, dall’Olimpo li manderemo direttamente a … Walhalla.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.