Estero o non estero … questo è il problema

Pubblicato il: 4 febbraio 2018 alle 1:04 pm

Visite: 1282
Pubblichiamo di seguito un importante comunicato stampa del Comune di Palermo sul tema del lavoro giovanile.

L’annuncio è relativo ad una iniziativa del Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che fa certamente onore all’Amministrazione della Città, ma che ci ha fatto sorgere anche qualche perplessità.
Orlando ha stabilito nobilmente che una parte consistente del milione di euro assegnato dal Ministero in occasione di “Palermo Capitale Italiana della Cultura” venga utilizzato per la formazione professionale di giovani palermitani all’estero.
Iniziativa indubbiamente ammirevole ed encomiabile, se non fosse per quell’ultima parola che ci lascia sinceramente un po’ delusi: “ESTERO” … perché?
Ma non si era detto che uno dei più gravi problemi della Sicilia era proprio la fuga all’estero dei nostri giovani? Perché formarli sempre all’interno di questo vecchio progetto di integrazione europea (l’Erasmus), nato con ottimi propositi ma che tuttavia oggi sembra aver prodotto effetti deleteri sulla stabilità lavorativa delle nuove generazioni? Ma in Sicilia, e in Italia non esistono strutture capaci di far acquisire professionalità ai nostri giovani? Che senso ha accettare i migranti a migliaia e “favorire” la fuoriuscita di altrettanti cittadini italiani.
E’ lodevole che Orlando abbia pensato di utilizzare il bonus ministeriale in favore dei giovani, ed è certamente anche in buona fede quando ritiene che, una volta acquisiti all’estero livelli più alti di professionalità i nostri giovani possano ritornare a lavorare nella loro terra, tuttavia ci permetta, Signor Sindaco, di dubitare fortemente che ciò possa accadere inevitabilmente, pensiamo anzi tutto il contrario. Nella maggior parte dei casi i giovani siciliani potrebbero rimanere allettati dal restare a lavorare lontano dalla Sicilia e da un’Italia che, ad ogni anno che passa, sembra respingere lontano sempre più giovani e vecchi cittadini, quasi fossero poli magnetici dello stesso segno. La gente sta scappando via dall’Italia e dalla Sicilia, quindi tutte le azioni delle istituzioni dovrebbero essere improntate in futuro a invogliare le nuove leve della nostra Nazione a non abbandonare la propria terra, e iniziative come questa in argomento non ci sembra producano effetti di questo tipo.
Dunque è più attuale che mai l’amletico dilemma: “ESTERO O NON ESTERO … QUESTO E’ IL PROBLEMA
A voi il giudizio in merito e al Sindaco Orlando la proposta per un eventuale ripensamento. Vi riportiamo integralmente il comunicato stampa del Comune di Palermo:
 

 

Palermo Capitale Italiana della Cultura finanzierà la formazione professionale di giovani palermitani all’estero
PALERMO. 04.02.2018. Palermo Capitale Italiana della Cultura utilizzerà una parte consistente del milione di euro assegnato dal Ministero dei Beni Culturali, per la formazione professionale di giovani palermitani all’estero. Un aiuto in più per chi non ha la possibilità di frequentare l’università e quindi beneficiare degli scambi internazionali come l’ERASMUS. Lo ha annunciato il sindaco di Palermo Leoluca Orlando intervenendo ieri mattina al convegno “Erasmus: un passaporto per l’integrazione e l’istruzione universitaria” organizzato da Ersu Palermo all’ “Hotel de France”. “Vogliamo aiutare il figlio di un operaio a formarsi – spiega Orlando –, per acquistare livelli più alti di professionalità e ritornare così a lavorare nella sua terra. Aiutare un ragazzo che non è potuto andare all’università, consentirgli di seguire uno stage all’Opera di Parigi e vederlo tornare dopo tre mesi non più elettricista come il padre che magari lavora in nero, ma come tecnico di luci di scena o light designer. I nostri giovani hanno diritto a guadagnare professionalità di livello e noi abbiamo il dovere di offrire loro questa possibilità”.
Il sindaco Orlando ha ribadito “importanza della mobilità internazionale come carta d’identità della comunità mondiale. E’ necessario essere consapevoli della nostra interdipendenza: rottura dei confini e dei muri in un mondo globale che va strappato alla finanza”.
 
IL PROGRAMMA DI PALERMO CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA è disponibile sul sito www.palermocapitalecultura.it.
 
COMUNICAZIONE | Palermo Capitale della Cultura 2018
Agenzia Gomez&Mortisia
Ufficio stampa | press@palermocapitalecultura.it
Simonetta Trovato | +39. 333.5289457
Gioia Sgarlata | +39. 331.4039019
 
Comunicazione Istituzionale
Ufficiostampa@comune.palermo.it | comunicazione@cittametropolitana.pa.it

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.