Tag:, , , , , , , , , , ,

Burka no e burka sì

Visite: 138

Talvolta la storia si presenta con situazioni paradossali che trasudano una risonante ironia che non ti aspetti proprio.

Lungi da noi criticare una decisione politica adottata anni fa da un partito che tutt’oggi governa lo stesso territorio, siamo e resteremo sempre apartitici, ma sinceramente ci fa sorridere la strana incongruenza venutasi a creare in Lombardia dove, nel 2015, la giunta regionale guidata da Maroni (Lega) vietò alle donne di religione musulmana di indossare il burka nei luoghi pubblici come uffici amministrativi, ospedali e Asl per questioni di sicurezza. (peraltro nel novembre 2019, in prossimità dell’evento coronavirus, con una sentenza di secondo grado la Sezione Famiglia della Corte d’Appello di Milano ha confermato la delibera del 2015)

Ebbene, a distanza di soli 5 anni, l’emergenza covid19 ha resa necessaria l’adozione di un provvedimento diametralmente opposto da parte dell’attuale giunta lombarda guidata da Fontana, un altro Leghista, obbligando l’intera cittadinanza, qualsiasi sia il culto di riferimento, a indossare mascherine protettive contro il virus che somigliano tanto al burka.

Le “questioni di sicurezza pubblica” (stavolta in campo sanitario) hanno invertito insomma l’intera questione: ciò che prima era assolutamente vietato, oggi per ironia della sorte diventa assolutamente obbligatorio. La vecchia discriminazione religiosa, effetto di un provvedimento amministrativo giustificato dalla sicurezza pubblica, si trasforma in una regola istituzionale che vale per tutti sempre per lo stesso motivo: la sicurezza pubblica.

Il destino è perfido, beffardo e sarcastico …. non c’è che dire.

Autore dell'articolo: admin

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.