Tag:, , , , , , , , , , , , , , ,

I signori degli anellidi

Visite: 188
L’abbiamo detto più volte, accusateci pure di facile “millennarismo”, ma siamo convinti che il LIBERO MERCATO è la peggiore piaga nell’intera storia dell’umanità.
 
Con i suoi intrallazzi internazionali, con la sua irrefrenabile corruzione planetaria, con i suoi business a ogni costo, con i suoi paladini inseriti nei posti di comando, con l’infinita serie di edulcorazioni, inquinamenti, avvelenamenti alimentari e devastazioni ambientali, il LIBERO MERCATO sembra costituire ogni giorno di più l’inizio della fine della civiltà contemporanea.
 
L’insorgere senza soluzione di continuità sempre di nuove malattie come la stessa celiachia, che si espande a macchia d’olio su tutto il pianeta e molto probabilmente generata proprio dal grano OGM americano o da quello contaminato coltivato nelle zone limitrofe a Černobyl’, sembra destinare il nostro mondo e l’intera umanità a subire passivamente le ricadute sulla salute e sull’ambiente dell’arricchimento indiscriminato di un gruppo sostanzioso di criminali senza scrupoli che opera in varie parti della Terra con l’ausilio e la “libertà” imposti dal corrotto sistema di potere tramite il mercato libero. Non è progresso, come si vorrebbe far capire, è piuttosto una corsa verso il caos e l’anarchia commerciale.
 
Chiunque è libero di inquinare, avvelenare, dare in pasto alla gente il peggio che la chimica, e l’ammorbante cattiveria di certi industriali disonesti sono in grado di produrre.
 
E la comunità europea, che negli intenti originali avrebbe dovuto fare da argine per il vecchio continente a questo tsunami di intossicazione globale, è stata invece permeata inesorabilmente dagli intrallazzi degli avvelenatori planetari.
 
Ora anche gli industriali che in oriente producono alimenti derivati dagli insetti, senza alcun controllo sulla loro provenienza e sulla effettiva sicurezza per la salute dei consumatori, sono riusciti a ottenere il “via libera” dell’autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) alla libera vendita di prodotti preparati con farine di vermi e di larve varie; parafrasando il titolo di un noto film potremmo chiamare questi imprenditori: I SIGNORI DEGLI ANELLIDI.
 
Alcuni paesi europei, fra quelli considerati “più civili” come Belgio e Olanda, già da oggi si ritrovano sui banchi vendita dei supermercati hamburger di vermi e snack di cavallette di dubbia provenienza, alla faccia dei prodotti europei di origine controllata sottoposti da anni a sacrosanti strettissimi controlli sulle relative filiere e sulla qualità alimentare.
 
Possiamo solo sperare che la comunità europea attivi per questo caso tutti quei controlli (peraltro già previsti dai protocolli vigenti) necessari alla trasparenza sulla filiera alimentare che però troppo spesso non vengono presi in considerazione quando si tratta di trattati internazionali con altri continenti (vedi il CETA col Canada o il TTIP con gli Usa). Ormai la libera circolazione globale delle merci non si può più fermare, che almeno si impedisca a certi imprenditori senza scrupoli di fare business sulla nostra salute.
 
Vi proponiamo al riguardo un video che si trova facilmente in rete e che, al di là del gruppo politico che l’ha realizzato (noi rileviamo l’oggettività del problema segnalato senza MAI farne propaganda politica), riteniamo sollevi correttamente la questione all’opinione pubblica.
 
 

Autore dell'articolo: Sergio Figuccia

Avatar

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.