Tag:, , , , , , , , , ,

Il rischio di parlare male

Visite: 158

Nessuno di noi vive sulla Luna, e tutti comprendiamo, quindi, la situazione e gli immani pericoli che stiamo correndo. Nessuno escluso.

Tuttavia, continuo a sorprendermi di quanta leggerezza (e forse inconsapevolezza) si usi, sui giornali, in televisione e nell’opinione pubblica, parlando di “rischio nucleare” e “Terza Guerra Mondiale“, a partire da Biden.

Forse chi lo fa non è cosciente di cosa accadde realmente nella “Seconda”, oppure non ha collocato nella propria mente l’idea che davanti a tale prospettiva ci sarebbe solo e soltanto l’estinzione del genere umano.

È come parlare di morte a un neonato: non si fa, è contro la linea naturale delle cose, e “sdoganare” certe immagini e concetti, rendendoli “normali”, persino consueti, è un atto sia folle che criminale, inconsulto.

Perché non sappiamo, come disse Einstein, come si combatterà la Terza Guerra Mondiale, ma sappiamo con certezza come ci si scontrerà nella Quarta: a colpi di clava (cit. non letterale).

Autore dell'articolo: Alessandro Vizzino

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.