Tag: , , , , , ,

Gli USA e le carognate a grappolo

Visite: 238

Quando nel settembre 2018, durante la guerra in Siria, Amnesty International denunciò al mondo (vedere foto) l’utilizzo illegale contro la popolazione civile da parte del governo siriano, sostenuto dalla Russia, delle cosiddette cluster bomb (bombe a grappolo), il mondo inorridì; soprattutto la “cara vecchia america” (USA) tuonò contro il governo siriano e i suoi alleati per quest’orrore perpetrato a danno della gente civile nonostante queste armi siano espressamente vietate dal diritto internazionale.

Ebbene gli USA, sempre molto “coerenti” e “onesti” nelle loro politiche internazionali, da qualche giorno hanno concesso all’Ucraina la fornitura di cluster bomb giustificando questa meravigliosa scelta con queste parole: “L’autorità morale degli Stati Uniti non è compromessa dalla fornitura di cluster bomb all’Ucraina perché entrambi i Paesi non fanno parte del trattato che ne vieta l’uso e perché gli Stati Uniti stanno aiutando l’Ucraina a difendersi”.

Nessun commento … se non fosse l’ennesima tragedia per l’umanità, scoppierebbe spontaneamente un’esplosione di risate a grappolo.

Autore dell'articolo: Santokenonsuda

Lascia un commento