Tag: , , , , , ,

Le infamità della storia si ripetono ciclicamente

Visite: 247
 
16 OTTOBRE 1943: rappresaglia nazista contro gli ebrei (rastrellamento del ghetto di Roma). 1.259 civili arrestati, un migliaio morirà poco dopo nei campi di sterminio. Uomini, donne, anziani, bambini. Giuste commemorazioni ovunque.
15 OTTOBRE 2023: rappresaglia ebrea contro i palestinesi a Gaza. Bombardamenti a tappeto e azioni tank di terra. 1.400 civili già morti, non si contano ancora stuoli di feriti e mutilati per sempre. Uomini, donne, anziani, bambini. Tutto l’Occidente allineato con Netanyahu e con i suoi indecenti proclami di vendetta.
Curioso come dopo 80 anni esatti le vittime si confermino carnefici, e proprio in virtù di quell’antico sacrificio. E curioso come continuino a esistere morti di prima, seconda e terza classe, in base agli interessi di parte di ogni viscido potente del mondo e di chi gli fa coglionescamente le fusa. Italia compresa.

Autore dell'articolo: Alessandro Vizzino

Lascia un commento