Tag: , , , , , , , , , , , ,

Chi sono i vili che stanno distruggendo il mondo?

Visite: 410

Una frase, attribuita ad Albert Einstein, afferma: “il mondo non sarà distrutto dai pochi malvagi che diffondono il male, ma dai molti vili che non fanno nulla per impedirlo“.

A una prima lettura la citazione appare subito come una verità assoluta, tuttavia riflettendoci un poco su, possono anche sorgere dubbi interpretativi, com’è successo a un lettore sulla nostra pagina Facebook che ha risposto al nostro post con un’interessante osservazione: “E chi sarebbero i vili? Hai presente Don Chisciotte contro i mulini a vento? Ecco. Non mi sembra che abbia risolto tutto. Quando i deboli ( vili ? ) hanno tentano di ribellarsi, generalmente le hanno prese. E non mi riferisco a limitate realtà. Ditemi come raggiungere e chi sono i veri padroni del mondo, ed io sarò in prima fila per annientarli. Però voglio una moltitudine di eserciti fatti da ” VILI ” dietro di me. Altrimenti non farò altro che aumentare le fila degli illusi“.

Abbiamo risposto:

Certo che vista in questa maniera la frase potrebbe sembrare una colossale sciocchezza. Quando il potere diventa strapotere anche i più coraggiosi appaiono inermi e impotenti pur non essendo vigliacchi. Ma a sentirci “vili” non dobbiamo essere noi che non accettiamo assolutamente lo stato delle cose ma che non possiamo fare nulla per cambiarle (come hai segnalato correttamente tu), piuttosto quegli spregevoli individui, e sono moltissimi, che sostengono dalla base quel maledetto potere confermandone la forza e l’invurnerabilità. Parliamo dei ruffiani di certa politica che ne supportano lo stradominio perché ne vogliono trarre interesse personale, parliamo di certe milizie mercenarie che uccidono per conto terzi pur sapendo che si parla di genocidio e non di difesa della patria, parliamo di coloro che potrebbero benissimo cambiare le cose ribellandosi contro coloro (i malvagi indicati nella frase di questo post) che li sfruttano fino alla morte stando comodamente in poltrona o dentro inespugnabili bunker … sono questi i VILI DA CONDANNARE, quelli che Dante aveva descritto nel terzo canto dell’Antinferno chiamandoli IGNAVI.”

D’altra parte la storia insegna che alla fonte delle peggiori carneficine epocali ci sono sempre stati pochissimi infami scriteriati, talvolta persino un solo individuo (inutile fare esempi) che, racchiudendo in sé tutto il potere possibile concessogli da milioni di umani ingenui e sprovveduti, riesce a dominare, con finalità espansionistiche ed economiche, intere popolazioni in qualsiasi parte del mondo, portando in quei territori distruzione e morte. Un essere umano (“umano” si fa per dire) tanto perfido e maligno da solo non potrebbe fare nulla, sono i vili che lo sostengono senza ribellarsi accettando di tutto pur di ricavarne un qualsiasi beneficio futuro, sono loro la causa principale della diffusione del male nel mondo.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento