Striscia la Notizia & la Protesta sui quiz fasulli

Pubblicato il: 24 gennaio 2013 alle 8:06 pm

Visite: 2026

Finalmente solo ieri sera, nella tradizionale puntata giornaliera di “Striscia la Notizia“, anche uno dei grandi programmi di denuncia ha scoperto una truffa perpetrata dalle TV nazionali (soprattutto da quella pubblica, la RAI, per la quale paghiamo un salatissimo canone) che noi di “Striscia la Protesta” avevamo segnalato già ben due anni fa.

Con l’articolo “Attenti agli avvoltoi” dell’1 febbraio 2011, avevamo denunciato un abuso della credulità popolare da parte del servizio RAI, ma si tratta di un cinico comportamento di tante testate televisive.

Finalmente nella puntata del 23 gennaio 2012Striscia la Notizia” ha smascherato anche in TV il bieco giochino che noi avevamo già da tempo reso noto sul web.

Purtroppo non esiste una legge in proposito che possa bloccare questa “raccolta di denaro” basata essenzialmente sulla ingenuità di gran parte dei telespettatori. La nostra denuncia tuttavia dovrebbe almeno servire da deterrente.

Quando vi propongono un quiz televisivo con risposta a pagamento (normalmente un euro) e la soluzione del quiz vi appare troppo ovvia da far sembrare scema pure la domanda …. mandate a quel paese sia la televisione che sta trasmettendo sia il suo conduttore che dovrebbe prendere le distanze da simili infami truffette. 

Chi non avesse visto la puntata di “Striscia la Notizia” potrà leggere il nostro vecchio articolo sul web cliccando qui

Autore dell'articolo: admin

1 commento su “Striscia la Notizia & la Protesta sui quiz fasulli

    admin

    (31/01/2013 - 09:46)

    Dopo la data di pubblicazione di questo articolo, il 24/1/13, nelle puntate successive del 29 e 30 gennaio di “Striscia la Notizia” (Canale 5) è stato ripreso l’argomento con due servizi di Jimmy Ghione incentrati in particolare sui quiz-trabocchetto del programma RAI “Occhio alla spesa” condotto da Alessandro Di Pietro (link diretto: http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?16806 ). Un caso comunque identico a quello di Carlo Conti da noi preso in considerazione.
    In seguito alla denuncia del programma televisivo di Ricci, certamente tardiva rispetto a quella web di “Striscia la Protesta” di due anni fa, ma ben più incisiva ed efficace grazie alla forza penetrante del mezzo televisivo, il Presidente della RAI Anna Maria Tarantola ha sospeso i quiz nel programma di Di Pietro, ma dovrebbe fare altrettanto con tutti gli altri stupidi e speculativi indovinelli disseminati in tutti gli altri programmi RAI, compreso quello del seguitissimo programma serale “L’eredità” presentato da Carlo Conti che “rastrella” quantità di denaro pubblico ben più corpose di quelle raccolte da Di Pietro. COMUNQUE SI GIRI LA COSA E’ SEMPRE UNA TRUFFA E ANDREBBE ELIMINATA ALLA FONTE.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.