Dietro le quinte di Facebook

Pubblicato il: 23 marzo 2018 alle 5:22 pm

Visite: 153

I social sono strumenti importanti per la libera comunicazione, ma sono usati malissimo sia dai relativi gestori sia dagli utenti.
L’immensa quantità di dati riversati senza alcuna specifica motivazione possono diventare oggetto di mercimonio, di ignobile vendita della nostra privacy a favore di chi ne intende strumentalizzare l’utilizzo. 


Le polemiche e i fatti collegati alla vendita di milioni di profili Facebook, tanto d’attualità in questi ultimi giorni, sono solo l’ennesima conferma che la vanità che ci spinge a divulgare “quotidianamente” pezzi della nostra vita privata soltanto per “farci vedere” o per ottenere facili “like” dai soliti “amici fedeli“, serve solo a favorire chi specula dietro le quinte. 


Quindi, anche se da anni invitiamo tutti gli utenti dei social a darsi una “regolata”, oggi che i fatti ci hanno dato ragione, siamo tuttavia i primi a dire in controtendenza: “non cancellatevi da Facebook“, piuttosto:

  • ottimizzate le vostre opzioni sulla privacy; 
  • non pubblicate foto che possano essere oggetto di clonazione disonesta delle vostre anagrafiche;
  • non postate le foto dei vostri figli se sono ancora minori;
  • non banalizzate le vostre vite divulgandone i dettagli se non avete effettive motivazioni “sociali” per farlo

 

Ovviamente sono solo consigli, poi fate pure come volete, quella a rischio è la vostra privacy, ma ricordatevi comunque che la felicità non sta nell’apparenza, quella è solo “illusione per conto terzi”.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.