Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La falsità della falsità nella falsità

Visite: 195

Fake dovunque in quest’epoca infognata inesorabilmente nella falsità: false sono moltissime notizie sui social, manipolate a dovere (quindi altrettanto falsificate) quelle trasmesse dai tg, contraffatti sono gran parte dei programmi televisivi, soprattutto i reality che di “reale” non hanno proprio nulla, fasulli e alterati sono perfino diventati pressoché tutti i rapporti sociali fra individui che si “atteggiano” per apparire quello che non sono per adeguarsi al contesto di una degenerata collettività nella quale “occorre” essere a tutti i costi migliori di tutti gli altri.

Dunque le “maschere” e le “mascherine” hanno preso il sopravvento sui volti puliti e sinceri di una volta, e non solo per il covid.

Oggi TUTTO è adulterato, mistificato, distorto, l’apparenza ha eclissato l’essenza, verità e realtà non fanno più parte della nostra vita terrena, ogni essere vivente si è trasformato nel proprio “avatar” per poter sopravvivere in un altro mondo parallelo a quello reale in cui quello che sembra ha oscurato tutto ciò che è.

Ora ci si è messa anche l’intelligenza artificiale, o meglio quella che si vorrebbe spacciare come pura elaborazione autonoma dei sistemi informatici, che invece in molti casi non è altro che l’ennesima falsità applicata a software digitali di tecnologia grafica che, per quanto avanzata, non costituisce di certo intelligenza non-umana.

L’esempio più eclatante è l’improvvisa apparizione sui social di Emily Pellegrini, una falsa modella che, si dice, sia stata generata dall’intelligenza artificiale, quindi non esistente in natura.

Nel servizio di Marco Camisani Calzolari su Striscia la Notizia, che potete visionare qui sotto, vengono proposte ben tre ipotesi su ciò che potrebbe star dietro questo ennesimo stupidissimo “successo” dei post sui social. Al riguardo sono dunque tre le uniche ipotesi possibili, ma nessuna ha a che fare con la realtà, dunque falsità nella falsità, ma nonostante questo, le visualizzazioni delle false performance della falsa modella probabilmente creata da una falsa intelligenza artificiale stanno diventando virali.

Chi è davvero Emily Pellegrini?

Insomma, in un contesto del genere, prima o poi tutti noi finiremo per non capire più dove sta il confine fra la nostra vita e quella che una masnada di pazzi digitali vorrebbero imporci.

Autore dell'articolo: Sergio Figuccia

Lascia un commento